Nel giorno di Pasqua, domenica 12 aprile, come già annunciato dal sindaco di Milano, Beppe Sala, una della grandi voci della musica italiana, Andrea Bocelli si esibirà in un concerto al Duomo trasmesso in streaming in tutto il mondo, che tutti potranno vedere sul canale Youtube del tenore, alle ore 19:30. Un evento significativo che ha l'obiettivo di riunire gli italiani in un momento così difficile, in cui la musica ha il compito di sollevare gli animi, sebbene l'Italia si trovi ad affrontare un'emergenza sanitaria senza eguali.

Il commento di Andrea Bocelli

Grazie alla fondazione di Andrea Bocelli, la Andrea Bocelli Foundation, alcune strutture ospedaliere hanno ricevuto gli aiuti necessari per fronteggiare questa emergenza, acquistando strumentazioni mediche e dispositivi di protezione individuale per gli operatori sanitari. A questo gesto di solidarietà si aggiunge l'esibizione a cui si potrà assistere nella sera di Pasqua. Le parole con le quali il tenore commenta questo evento sono toccanti e sincere, parole con le quali si sottolinea il significato insito in questa esibizione, ovvero quello di sentirsi uniti, ancora di più con le anime e con la preghiera, dal momento che non è possibile farlo fisicamente. Un concerto che serva da monito agli italiani, come messaggio di speranza e rinascita:

Nel giorno in cui si celebra la fiducia nella vita che vince, sono onorato e felice di rispondere “Sì” all’invito della città e del Duomo di Milano. Credo nella forza di pregare insieme, credo nella Pasqua cristiana, simbolo universale di una rinascita di cui tutti – credenti e non – abbiamo bisogno ora. Grazie alla musica, che coinvolgerà in streaming milioni di mani giunte in tutto il mondo, abbracceremo questo cuore pulsante del Mondo ferito, meravigliosa fucina internazionale che è orgoglio d’Italia. La generosa, propositiva, coraggiosa Milano e l’Italia tutta saranno nuovamente e prestissimo – ne sono certo – un modello vincente, motore d’un Rinascimento cui tutti auspichiamo. Sarà una gioia testimoniarlo, in Duomo, nella festività che evoca il mistero della nascita e della rinascita.

Beppe Sala ringrazia Andrea Bocelli

Anche il sindaco Sala ha espresso la sua piena soddisfazione per questo evento, con il quale la città di Milano cerca di rialzarsi e di affrontare attraverso una preghiera compatta e unitaria questo momento buio. La presenza e la voce di Andrea Bocelli enfatizzano ancor di più la festività pasquale e rafforzano l'idea che la speranza debba essere sempre alimentata:

Il nostro ‘Alleluia’ pasquale è un invitatorio che abbiamo chiuso nell’arca quaranta giorni fa e il diluvio che ci ha travolto ci ha quasi fatto dimenticare la gioia di doverlo esprimere nella festa di Pasqua. La voce e la parola di Andrea Bocelli ci ricordano che le ragioni della nostra speranza non nascono da noi, ma sono un dono che viene da Dio. Questo è il senso di irradiare a partire dal nostro Duomo – la casa di tutti i milanesi – con la voce di Bocelli la certezza che lo Spirito del Crocifisso Risorto ci aiuterà a plasmare i pochi giorni a nostra disposizione nel Regno di Colui che ha voluto una nuova umanità, solidale e fraterna.