La finale dei mondiali di calcio è certamente l'evento più atteso di domenica 15 luglio 2018. Francia e Croazia si affrontano a Mosca per questa inedita sfida, nella quale i bleus si giocano la possibilità di vincere il mondiale per la seconda volta, mentre i croati provano a farlo per la prima volta nella loro storia. Si tratterà di uno degli eventi più seguiti al mondo, se non il più seguito in assoluto, e a partecipare all'evento mondiale c'è anche Nadia Toffa, che ha fatto una nuova incursione sui social per incitare le due squadre. La frase è ironica, perché la conduttrice si immortala col televisore alle spalle mentre, durante il riscaldamento, un calciatore della Croazia si sta "sistemando l'intimo".

Ma guarda cosa ho beccato una bella grattatina #finale #franciacroazia#sintonizzata #chevincalamigliore Non so perché ma sono agitata

Il lungo silenzio di Nadia Toffa

Nelle ultime settimane sono state più frequenti le apparizioni della conduttrice de Le Iene sui social network, dopo qualche settimana di silenzio in seguito all'arrivederci anticipato alla stagione del programma che si era conclusa a maggio. Come molti sapranno, l'ultimo anno non è stato affatto semplice er lei, che ha dovuto affrontare la battaglia con un cancro scoperto alla fine del 2017 in seguito ad un improvviso malore nel corso di una trasferta di lavoro.

L'annuncio del cancro in diretta tv

In seguito a un lungo periodo di silenzio e di una grande apprensione da parte del pubblico e dei suoi fan, la Toffa aveva finalmente fatto ritorno in trasmissione, scegliendo di svelare in diretta quello che le era successo con queste parole:

Ho avuto un cancro. Mi sono operata e mi hanno tolto il 100% del tumore. Ma ho fatto un radio e chemio preventiva, le ho finite pochi giorni fa. Ho deciso di non dirlo, lo sapevano pochissime persone. Con la stampa è stato necessario non rivelarlo. La fortuna è stata proprio che dopo lo svenimento ho fatto un accertamento, un check-up completo. Ora sto benissimo. Non mi vergogno di nulla. Non mi vergogno dei chili persi, li riprenderò. Non mi vergogno nemmeno del fatto che ora porto la parrucca, è più bella dei miei capelli. Ci sono stati momenti difficili, per esempio quando mi è rimasta in mano la prima ciocca. Ho pensato a Gabriella, una bambina che ci aveva raccontato del suo cancro e di quando ha perso i capelli. Grazie Gabriella! Perché ti ho pensato: se ce la fa uno scricciolo come te, allora ce la posso fare anch'io! Voglio chiedere aiuto anche a voi: si tende ad avere una certa delicatezza con chi ha avuto un cancro. Invece, chiedo tanta normalità, continuate a prendermi in giro (ai colleghi de Le Iene). Lo chiedo anche a voi, il pubblico. Se mi incontrate per strada trattatemi come al solito: se volete farmi un complimento, o dirmi che un servizio non vi è piaciuto, ditemelo. Criticatemi se volete, ma non trattatemi da malata!