Per la prima volta ad Amici 20 saranno i professori ad esibirsi e non i ragazzi. Il daytime del talent show ha rivelato che in vista del serale di sabato 17 aprile, il team guidato da Arisa e Lorella Cuccarini ha lanciato un guanto di sfida nei confronti di Rudy Zerbi e Alessandra Celentano, proponendo ai due insegnanti una duplice esibizione di canto e di ballo. Il meccanismo del guanto di sfida tra squadre è uno dei principali di questa edizione di Amici dove, per la prima volta, le squadre di allievi sono capitanate non da coach esterni, ma direttamente dai professori, molto più coinvolti nelle dinamiche del serale rispetto agli anni precedenti.

Alessandra Celentano: "Abbiamo 80 anni per gamba"

Il daytime di Amici 20 rivela che i professori Rudy Zerbi e Alessandra Celentano sono stati chiamati in sala prove, dove ad attenderli c'è una misteriosa busta nera. Il contenuto svela che per loro c'è un guanto di sfida: Arisa e Lorella Cuccarini chiedono agli insegnanti di scendere in campo e di esibirsi nelle materie di loro competenza: "Come coach non basta prenderci la resposabilità delle nostre scelte. È giusto dimostrare ai ragazzi che gli esami nella vita non finiscono mai". La reazione dei sue professori è esilarante, la Celentano: "Non ci penso minimamente. Non ha senso e non ho proprio intenzione. Ci sono i ragazzi, noi abbiamo 80 anni per gamba, spazio ai giovani".

In cosa consiste il guanto di sfida tra i professori ad Amici 20

È ufficiale: i professori di Amici 20 si esibiranno in una entusiasmante prova combinata di ballo e canto. "Sarà un guanto di puro spettacolo", assicurano Arisa e Lorella Cuccarini, mittenti della busta. "Abbiamo scelto la popolarissima canzone di Renato Zero ‘Mi vendo', per cimentarci con il canto e con il ballo", spiegano le due insegnanti. "Non necessariamente i prof dovranno cantare entrambi, ma dovranno eseguire insieme i passi di danza". Nonostante le rimostranze di Alessandra Celentano, Rudy Zerbi è riuscito a convincerla ad accettare la sfida: "Accettiamolo e facciamolo nostro, fidati, me ne assumo le responsabilità".