Mercoledì 9 dicembre dalle 21,25 torna in prima serata su Rai 1 Alberto Angela, con un viaggio tra i tesori di Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio. Si intitola infatti "Stanotte con Caravaggio", la puntata inedita dedicata alle opere del grande artista in diverse città. Un vero e proprio pellegrinaggio che nonostante le difficoltà legate all'emergenza sanitaria inizierà da Milano, città natale di Caravaggio, per arrivare fino a Roma, passando per Ladispoli, nel punto in cui secondo la tradizione è morto l'artista.

Le registrazioni ai tempi della pandemia

Sarà un viaggio affascinante tra le opere e i luoghi di Caravaggio che, racconta Alberto Angela in un'intervista a Tv Sorrisi e Canzoni, "era un attaccabrighe, il figlio violento di un'epoca difficile: ha ucciso un uomo in una rissa ed entrava e usciva di galera. Ma ci ha lasciato in dono un patrimonio di bellezza inestimabile. Siamo andati ad esplorare la sua storia partendo dall'ultimo luogo dove fu visto: Palo, vicino a Ladispoli, in provincia di Roma". La pandemia in corso non ha certo reso semplice le registrazioni per la puntata, lo scorso ottobre: "Noi siamo stati tra i più colpiti, perché di solito viaggiamo molto", ha spiegato il conduttore a Sorrisi e Canzoni. "Ma per fortuna ho una squadra dalla flessibilità eccezionale: se non potevamo più girare il mondo, lo abbiamo ricreato nel nostro studio. Abbiamo costruito un gigantesco set virtuale che mi permetterà di passeggiare dentro i quadri di Caravaggio, come se fossi nelle vie di una città". 

I vent'anni di Ulisse

Nel frattempo l'amatissimo paleontologo di Rai 1 ha portato a casa un altro importante traguardo, quello di ‘Ulisse, il piacere della scoperta‘, il programma che primo fra tutti lo ha consacrato al mondo della tv. Lo scorso 25 novembre ha compito 20 anni esatti e Alberto Angela, ai tempi 38enne, lo ha ricordato con un post su Facebook: "Vent’anni fa a quest’ora mi sentivo come un astronauta sulla rampa di lancio poco prima del decollo. Era la prima volta che andavo in onda da solo in prima serata. A dare il battesimo al programma Ulisse sarebbero stati gli Etruschi. Percepivo il rischio di un tema culturale, per giunta archeologico, contro i varietà. Ma ci credevo".