2.373 CONDIVISIONI
24 Marzo 2015
21:08

Affari Tuoi nel mirino: premi irregolari e incita al gioco d’azzardo

Il presidente della commissione di Vigilanza Rai, Roberto Fico, chiede alla Rai che venga fatta chiarezza pubblicamente “sui sospetti di irregolarità di un gioco a premi” ritenuto incompatibile alle responsabilità del servizio pubblico: “La Rai dovrebbe contrastare il fenomeno del gioco d’azzardo, non alimentarlo”.
2.373 CONDIVISIONI

Sarà felice Antonio Ricci ed il suo team di Striscia la Notizia di sapere che Roberto Fico, il presidente della commissione di Vigilanza Rai, nonché membro del direttorio del Movimento Cinque Stelle, ha intenzione di vederci chiaro su "Affari Tuoi", la popolare trasmissione dei pacchi condotta da Flavio Insinna che da anni è al centro di una battaglia a distanza proprio con il telegiornale satirico di Canale 5. Roberto Fico scrive su Facebook:

Nel suo codice etico la Rai riconosce l'influenza, anche indiretta, che le proprie attività possono avere sullo sviluppo economico e sociale della collettività, nonché sul benessere generale. Per questo motivo l'intera programmazione della televisione pubblica, compresa quella riguardante le trasmissioni di intrattenimento, dovrebbe essere costantemente improntata al rispetto del principio di responsabilità sociale. Non è, però, sempre così.

Il programma di Rai Uno per Roberto Fico evidenzia una mancanza di trasparenza nelle tecniche di controllo, oltre ad essere lo stesso format lontano dal servizio pubblico, basandosi esclusivamente sulla speranza di un facile guadagna e sull'azzardo:

La concessionaria ha l'obbligo di fare chiarezza e rendere conto pubblicamente sui sospetti di irregolarità, emersi in sede processuale, su un gioco a premi che si basa su consistenti vincite in denaro e che appare incompatibile con il principio di responsabilità sociale dell'azienda radiotelevisiva finanziata dai cittadini con il canone. La Rai deve essere fino in fondo consapevole dell'impatto che le sue scelte editoriali possono avere sulla società, e in particolar modo, sulle fasce più deboli della popolazione, che più di altre sono vittime della piaga del gioco d'azzardo. Il servizio pubblico ha il dovere di contrastare questo fenomeno, non alimentarlo.

2.373 CONDIVISIONI
"Omar Sharif è morto solo e arrabbiato, sprecò il suo talento nel gioco d'azzardo"
Marco Baldini pronto a tornare:
Marco Baldini pronto a tornare: "Anche con Fiorello, chissà"
Golden Globe 2015: tutti i premi
Golden Globe 2015: tutti i premi
11.098 di Spettacolo Fanpage
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni