qaurto grado yara ricostruzione

La puntata di Quarto Grado, programma condotto da Salvo Sottile con Sabrina Scampini su Rete 4 si è occupato ampiamente del caso dell’omicidio di Yara Gambirasio.

Attraverso le parole del procuratore Ruggieri e degli altri inquirenti di questo caso si è cercato di fare il punto della situazione su questo spinoso caso alla luce anche delle recenti svolte.

Dalle notizie che trapelano sembra che la pista satanica sembra essere stata definitivamente messa da parte e si indaga sulle utenze telefoniche di Brembate e si continuano ad analizzare i 500 Dna raccolti tra i cittadini del paesino del bergamasco. Infatti si cerca di capire se ci può essere un riscontro tra il Dna dell'assassino trovato sugli oggentti accanto al corpo di Yara e quelli a disposizioni degli agenti.

Intanto continuano ancora ad arrivare notizie sulla morte della ragazzina così come ci dice il procuratore Ruggieri: Yara è stata picchiata prima di essere uccisa. Le ultime indiscrezioni dicono che la ragazzina non sia stata strangolata. E la Ruggieri comunque non vuole dare notizie certe sul modo in cui sia morta l'atleta.

E' certo che la ragazza sia morta un'ora e mezzo dopo essere scomparsa dalla palestra e che sia morta proprio lì nel campo di Chignolo e questa precisione è data anche dall'intervento nell'inchiesta di un'entomologa forense che attraverso lo studio degli insetti presenti su Yara ha scoperto esattamente la data e l'orario di morte.

Cosa c'entra il marocchino Fikri in questa vicenda ancora non è chiaro, a fasi alterne il suo nome viene chiamato in causa ma dalle ultime indiscrezioni sembra che Fikri non verrà riascoltato dalla Procura di Bergamo.

Ci sono però ancora molti punti oscuri che si devono risolvere e la soluzione del caso sembra essere ancora molto lontana.

https://www.youtube.com/watch?v=MzQJmyMUsMg