Yara Gambirasio a Pomeriggio 5

L’omicidio della donna mutilata a Roma potrebbe avere qualcosa a che fare con l’uccisione della tredicenne Yara Gambirasio. A sollevare la questione è Barbara D’Urso che, nell’ultima puntata di Pomeriggio 5, è ritornata sul caso della ragazzina di Brembate il cui omicidio continua a destare parecchio sconcerto. Sul corpo della Gambirasio, secondo le ultime indiscrezioni, sarebbero stati rinvenuti i Dna di un uomo e di una donna quasi a confermare l’ipotesi che l’omicidio della tredicenne sia avvenuto per cause in alcun modo legate alla vita privata della bambina e della sua famiglia.

Secondo la ricostruzione resa da Pomeriggio 5, l’assassino potrebbe essere lo stesso che, solo poche ore fa, ha orrendamente mutilato il corpo di una donna misteriosa rinvenuta nella campagna romana. Alla stessa mano, inoltre, gli inquirenti starebbero imputando un’altra serie di misteriose uccisione verificatesi negli ultimi anni in Italia e rimaste ancora senza colpevole. Dopo il boom di ascolti per il tradimento alla Clerici, la trasmissione condotta dalla D’Urso stenta a lasciare andare il filone legato alla ragazzina di Brembate, un caso su cui continua a riversarsi l’attenzione del grande pubblico.

Rispetto all’ipotesi che l’assassino possa essere un serial killer, però, le domande avanzate in studio potrebbero non essere solo il frutto delle illazioni comuni. Gli investigatori, infatti, si starebbero muovendo sulla stessa pista. Appurato che la Gambirasio è stata colpita da due armi diverse, entrambe mortali, il cerchio stretto attorno all’omicida – o agli omicidi – si starebbe stringendo. Resta da individuare il movente. Solo allora, l’assassino potrà essere veramente stanato.