La musica è al centro della scena: il talent show più atteso dell’anno ci invita sotto i riflettori. Per ridere, piangere, scherzare e… sognare tra palco e platea, accompagnati dai giudici e insieme ai nuovi audaci aspiranti vincitori – ognuno con la propria storia, tutta da raccontare. Si parte il 17 settembre con le prime puntate e dal 29 ottobre con gli 8 live show, in diretta su Sky e in streaming su NOW TV. Il 2020 ha adesso un nuovo motivo per essere ricordato: una musica che unisca – mai come ora – e continui a dar voce alle emozioni degli artisti di talento.

Back to Music

Proprio le emozioni e ciò che sta “dietro” la voce di un artista diventano i temi caldi da indagare in questa edizione. È arrivata l'ora di scoprire cosa si nasconde tra i volti tesi dei partecipanti, una sbavatura di rossetto, gli outfit perfetti che inevitabilmente lasciano emergere una parte del loro carattere: siamo pronti per la verità e per l’autenticità. XF 2020 sarà l’edizione decisiva per trasformare le grida in sussurri, il rumore in racconto a cuore aperto – in un percorso di crescita sotto la guida della nuova giuria: Manuel Agnelli, Mika, Emma Marrone e Hell Raton.

Una storia di passione

Anche loro, impegnati a elargire consigli e a trovare strategie vincenti, vivranno sotto una lente di ingrandimento. Perché della musica ci piace tutto ciò che fa di un uomo un artista – anche quando è lontano dallo spartito o dalle luci del palco. Sono le storie di vita, le esperienze, gli errori, i cambi di rotta, gli stop improvvisi e i nuovi inizi che alimentano una passione così grande. Ed è questo che fanno gli artisti. Prendono le brutture della vita e le trasformano in bellezza. Proprio come racconta con emozione l’unico giudice donna di questa edizione, Emma Marrone, una vera guerriera dalle infinite sfumature che sa farsi rispettare – e non solo in fatto di musica.

Nuovi protagonisti, stesse emozioni

Accanto alla star dalle origini salentine, scorgiamo subito – dopo il successo delle scorse edizioni – il volto di uno dei più noti talent scout nostrani, esperto come pochi a cogliere il fattore X. E’ Manuel Agnelli, leader degli Afterhours, che dal 17 settembre siederà al tavolo dei giudici con la grinta per esplorare la musica e i nuovi volti da lanciare e la leggerezza di chi si sente a casa. Insieme a lui Mika, che torna a decretare il successo delle nuove leve musicali con il carisma (sicuramente british, perfettamente italiano) che ci ha fatti appassionare. Per non parlare dei suoi acuti incredibili – l’avete mai sentito mente duetta con la Marrone in Killing Me Softly?. Passiamo alla carta “a sorpresa” di questa quattordicesima edizione, Hell Raton, il giovane rapper e produttore discografico indipendente. Come si troverà con i più “navigati” in fatto di scouting? Siamo pronti a scoprirlo, guidati sempre da Alessandro Cattelan, che torna confermatissimo a fare da padrone di casa.

Via alle selezioni!

Una bella squadra pronta per partire ed emozionare – ancor di più, se lontana dal “rumore”. Proprio così: la fase di selezione dei concorrenti non sarà più aperta al pubblico, ma si svolgerà a porte chiuse per indagare più in profondità (e quasi dal “buco della serratura”) lo stretto legame che si instaurerà tra giudici e aspiranti artisti. La scintilla scatterà ancora prima? Dal 17 settembre l’ardua risposta.