50 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Vieni via con me: gli insulti ai call center, il video

A Vieni via con me gli insulti detti agli operatori di un call center.
50 CONDIVISIONI
CALL CENTER vieni via con me

Vieni via con me, iniziato ieri sera su Rai 3 dopo una lunga serie di polemiche, ha fatto parlare tutti.

Abbiamo potuto vedere uno spettacolo molto elegante e attualissimo che non ha paura di raccontare le cose anche scomode. Certo Fabio Fazio non è un esempio di conduttore schierato ma Roberto Saviano lo è sicuramente e ha sempre dimostrato di non aver paura di dire ciò che pensa e accusare coloro che, dal suo punto di vista non fanno le cose come di deve.

Ma oltre agli interventi di Saviano che ha parlato della macchina del fango e dopo quello del governatore della regione Puglia Nichi Vendola sull'espiazione dell'omosessualità e dei vari modi che in Italia si usano per definire un omosessuale, la parola passa anche alle persone comuni.

Fabio Fazio porta sul palco anche gli italiani, come ce ne sono tanti ovunque; persone che tramite gli elenchi racconta di sè e di uno spaccato della vita sociale italiana.

Tra gli altri, sale sul palco Andrea Tagliabue, un ragazzo che nell'esercizio del suo lavoro riceve continuamente insulti, spesso gratuiti e pesanti, per cose che non dipendono da lui.

Andrea è un addetto al call center e legge una serie di insulti ricevuti durante la sua attività lavorativa nel call center.

Vi proponiamo una breve lista:

"Mi dica cosa devo fare per non insultarvi";

"Io non ce l'ho con lei ma con tutti gli imbecilli come lei";

"Vi odio tutti voi del call center";

"Spero che mio figlio non finisca in un call center";

"Questa è l'ultima volta che chiamo, la prossima vengo lì con il bastone";

"Lei se va bene ha la terza media, io tre lauree";

"C'è qualcuno intelligente in mezzo a voi?";

"Mi da più soddisfazione parlare con il mio cane";

"Siete inutili".

E tanti altri. Beh insomma, un bello spaccato di vita quotidiana.

Lazzaro Langellotti

https://www.youtube.com/watch?v=BaPWGkj3iDo
50 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views