Quanto sta accadendo a Venezia in queste ore sta tenendo l’Italia con il fiato sospeso. Il capoluogo veneto è stato sommerso dall’acqua, una situazione di forte allerta che ha richiamato giornalisti da tutta Italia, pronti a documentare quanto sta accadendo in attesa che la situazione torni alla normalità e si possa procedere a una stima dei danni. È in questo clima di profonda partecipazione emotiva che si è inserito quanto accaduto a "Quarto Grado" nella puntata andata in onda il 15 novembre.

Il video del tuffo in Piazza San Marco

Gianluigi Nuzzi si è collegato in diretta con un’inviata, immersa fino alle ginocchia nell’acqua alta di Piazza San Marco. “Qui c’è un silenzio irreale” ha fatto in tempo a dire la giornalista prima che un uomo, dimostrando scarsa sensibilità per quanto di tragico sta accadendo a Venezia, si tuffasse senza maglietta nell’acqua alta, proprio di fronte alla telecamera. “Sarà uno straniero” ha commentato il conduttore Gianluigi Nuzzi, senza apparente motivo. Poi, nel tentativo di recuperare la gaffe, ha aggiunto: “Qualcuno che cerca di strappare un sorriso anche in un momento come questo”. Ma a Venezia, al momento, non c’è nulla che faccia ridere.

Succede anche questo a Venezia 😨 #quartogrado

A post shared by BitchyF.it (@bitchyf.it) on

Il dramma di Venezia, prevista nuova allerta

Intanto a Venezia continua l’emergenza. Prevista per domenica 17 novembre l’ennesima allerta. Secondo le previsioni, l’acqua alta dovrebbe raggiungere un’altezza di 160 centimetri intorno alle 12.30. Il capo della Protezione civile Angelo Borrelli ha annunciato le prime misure previste per l’emergenza: lo stop ai mutui per un anno e 20 milioni in risarcimenti per la prima stima dei danni. Secondo il premier Giuseppe Conte, è previsto un primo rimborso di 5 mila euro per i privati e di 20 mila euro per le aziende.