Le settimane complesse che stiamo vivendo ci portano verso un Natale atipico, fatto di distanziamento e limitazioni agli spostamenti  e alle visite familiari ma, al contempo, anche grande attesa e speranza per l'inizio delle operazioni di vaccino, che dovrebbero partire intorno alla metà di gennaio. All'entusiasmo per il vaccino si affianca, tuttavia, un certo scetticismo di parte della popolazione. Al fine di contrastarlo Fabio Fazio si è detto disponibile ad offrirsi come volontario per sottoporsi al vaccino.

Le parole di Fabio Fazio a Che Tempo Che Fa

Il conduttore lo ha comunicato al commissario Domenico Arcuri nel corso della puntata di Che Tempo Che Fa del 13 dicembre. "Mi offro volontario, se vuole subito", ha detto il conduttore, incassando i ringraziamenti e la disponibilità di Arcuri: "Accolgo la sua proposta con piacere e la disturberò quanto prima perché ciò possa accadere e affinché tutti possano dare l'esempio". 

Quando partiranno le vaccinazioni in Italia

Nelle scorse ore il commissario straordinario per l'emergenza Coronavirus ha illustrato il piano per l'inizio delle vaccinazioninelle prossime settimane: "Ci saranno 300 punti di somministrazione all'inizio per il vaccino anti Covid in Italia e 1500 nei periodi di massa". Queste le parole di Arcuri pronunciate nel corso della conferenza stampa di domenica 13 dicembre, nel corso della quale ha fornito un aggiornamento sul piano vaccini che dovrebbe diventare operativo a partire dalla metà del prossimo mese di gennaio. "Stiamo elaborando un budget – prosegue – e la scheda del costo di realizzazione dei gazebo dove avverranno le somministrazioni. Pensiamo che ci saranno molte persone e molte aziende che svolgeranno questa funzione ‘pro bono' come ha fatto l'architetto Boeri. Molti ci regaleranno il frutto del loro ingegno affinché gli italiani si possano vaccinare".