Anche "Un giorno in pretura", lo storico programma condotto da Roberta Petrelluzzi su Rai3, torna sul piccolo schermo. Ad inaugurare la nuova stagione della nota trasmissione che racconta le vicende giudiziarie più intricate del Paese, c'è la storia un personaggio illustre dello spettacolo, ovvero Gina Lollobrigida. La diva, infatti, sarà protagonista del primo episodio, Gina Lollobrigida-Una diva da sposare, in onda domenica 3 maggio, in prima serata, nel quale verrà raccontata l'intricata vicenda del suo presunto matrimonio con l'imprenditore Francisco Javier Rigau.

La denuncia per presunta truffa

L'imprenditore catalano è stato accusato di aver sposato la Lollo solamente per dissipare il suo patrimonio, da questa accusa è scaturito un vero e proprio processo, che viene raccontato nel dettaglio proprio nella trasmissione di Rai3. La vicenda è venuta a galla nel 2013, quando la diva per la prima volta ha accennato al fatto che il suo compagno potesse averla truffata. La star aveva infatti dichiarato, presentando denuncia a Roma:"Potrei essere stata truffata da Javier: una persona ignobile, che potrebbe avermi sposata per procura a Barcellona, in Spagna, a mia insaputa e senza il mio consenso, allo scopo di ereditare i miei beni dopo la mia morte. L’ho scoperto assieme al mio agente, su internet. Voglio fare luce su questa vicenda". 

Si sarebbero dovuti sposare davvero

A quanto pare, quindi, i due risultano sposati sebbene Gina Lollobrigida non abbia mai acconsentito alle nozze, almeno non in quel momento. Un matrimonio, in effetti ci sarebbe dovuto essere, tanto che fu annunciato prima a New York e poi spostato a Roma, nel 2006, ma il tutto saltò per quelle che stesso l'attrice definì "le forti pressioni della stampa".Il loro incontro era avvenuto a Monte Carlo, nel 2004, quando Francisco Javier Rigau aveva 44 anni e lei 77. Solo due anni dopo i due iniziarono a frequentarsi come coppia, nel 2006, ma la relazione si conclude solo un anno dopo. Secondo quanto dichiarato dalla diva, dopo la rottura, sarebbero rimasti in buoni rapporti d'amicizia.

La smentita delle nozze

Secondo quanto raccontato da Rigau, invece, i due si sarebbero sposati nel 2010 a Barcellona, per procura e in chiesa. Cosa che è stata sempre negata dall'attrice, che poi nel 2013 ha denunciato il suo ex compagno, atto da cui sono stati avviati i processi. Gina Lollobrigida ha più volte raccontato che l'imprenditore spagnolo l'avrebbe ingannata, facendole firmare una procura per il matrimonio, spacciandola per un atto contro un avvocato, come più volte ha raccontato in aula: "Nel 2012 mi portò da un notaio dicendo che dovevo firmare un atto per la causa civile contro un avvocato spagnolo che io ritenevo responsabile degli attacchi mediatici contro di me. Nel 2012 mi portò da un notaio dicendo che dovevo firmare un atto per la causa civile contro un avvocato spagnolo che io ritenevo responsabile degli attacchi mediatici contro di me". 

Le dichiarazioni di Rigau e la fine del processo

Francisco Javier Rigau ha dichiarato, invece, che l'idea di sposarsi per procura era stata proprio della star per evitare l'assedio mediatico. Nel 2017 l'imprenditore fu assolto, proprio perché il documento firmato dalla Lollo sottoscriveva i diritti del matrimonio in Italia per gli effetti civili. Nel 2019, però, fu la Sacra Rota ad annullare le nozze della star, riconoscendo le sue ragioni, la felicità dell'attrice di tradusse in poche parole: "Sono una signorina". Ed è proprio tutta questa vicenda che verrà raccontata ad "Un giorno in pretura".