Tullio Solenghi si è esibito sulle note di "C'era una volta una gatta" nella terza puntata di Ballando con le stelle. C'è stato un momento molto importante in cui Tullio Solenghi ha ricordato Anna Marchesini"Era una perfezionista, imparò a ballare sulle punte per fare due minuti di parodia. Questo nasconde la comicità, molta preparazione rispetto a quello che si pensa". 

Il messaggio di Tullio Solenghi ad Anna Marchesini

Nel racconto che precede l'esibizione, Tullio Solenghi ha ricordato Anna Marchesini con un aneddoto. Negli ultimi anni, ogni volta che Tullio Solenghi andava in televisione, arrivava sempre la telefonata del giorno dopo di Anna Marchesini. Ora che è in tv con Ballando con le stelle, vorrebbe che il telefono tornasse a squillare.

È chiaro che quando rivedo queste cose penso al dietro le quinte. E negli ultimi anni, quando uscivamo in tv, parlo per me, aspettavo sempre la sua telefonata del giorno dopo. Quando faccio Ballando, la domenica adesso è silenziosa. Non c'è lo squillo di Anna che commento quello che ho fatto. Ho un sogno, che a una puntata di Ballando mi arrivi la voce di Anna, che mi parli dalle stelle. Chissà in quale costellazione si è infilata.

Alla fine della sua esibizione in coppia con Maria Ermachkova, i giudici gli hanno tributato un forte applauso: "Vedrai che da lassù ti ha guardato e ti ha fatto anche un grande applauso". L'attore settantaduenne genovese si è presentato in un look total black, mentre la partner si è vestita da catwoman, appunto la "gatta" della canzone di Gino Paoli. Tullio Solenghi scherza: “Potrebbe sembrare la mia badante vista l’età, così l’ho vestita da gatto". Il totale realizzato dalla coppia alle palette è di 28 punti. A salvarlo è stata Selvaggia Lucarelli: "Non balli benissimo, ma c'è una grande eleganza".