Rivoluzione nei cartoni di Looney Tunes. La nuova serie Looney Tunes Cartoons in onda su HBO Max, non contiene fucili e pistole. In questo modo, i produttori hanno tentato di fare un piccolo gesto che possa rispondere al dilagare delle armi da fuoco e conseguenti episodi di violenza negli Stati Uniti. Insomma, il cacciatore Taddeo – Elmer Fudd nella serie originale – è stato costretto a ingegnarsi. Non potrà più inseguire Bugs Bunny armato di fucile.

L'annuncio: "Basta armi da fuoco nei Looney Tunes"

L'editor di Loney Tunes Cartoons, Johnny Ryan, ha dichiarato al New York Times che è anche compito dei cartoni animati mettere un freno a bullismo e violenza: "Stiamo attraversando questa ondata di antibullismo, in cui tutti sentono il bisogno di essere amici, tutti vogliono andare d'accordo". I Looney Tunes, tuttavia, si basano proprio sul conflitto tra un personaggio che scappa e uno che lo rincorre. Tra un cacciatore e una preda quasi sempre più furba di chi vorrebbe acciuffarla. Dunque, la violenza ci sarà ma verrà espressa in altri modi: "Looney Tunes è l'esatta antitesi dell'andare tutti d'accordo. Ci sono due personaggi in conflitto, a volte diventano violenti".

No ai fucili, sì a dinamite, falci, trappole e incudini

Peter Browngardt, direttore esecutivo di Loney Tunes Cartoons, ha dichiarato al New York Times che i fucili verranno messi al bando, tuttavia, il conflitto verrà espresso in un altro modo. Nei cartoni animati, infatti, si continuerà a fare largo uso di candelotti di dinamite, di trappole elaborate, di incudini e della classica cassaforte che cade inaspettatamente sopra le teste: "Non stiamo più inserendo i fucili, ma non mancherà la classica violenza da cartoni animati. Esplosivi e la roba di Acme". Quanto a Taddeo, in alcuni video di Looney Tunes Cartoons diffusi su YouTube, lo vediamo inseguire Bugs Bunny con una falce, poi a mani nude e, addirittura, con uno sturalavandino. Più pacifico di così.