Marco Travaglio e Belpietro

La puntata di Annozero del 19 maggio 2011 è stata veramente molto frizzante perché il tema trattato è stato molto delicato: si è cercato di capire se, alla luce dei risultati delle elezioni amministrative 2011, l’era di Berlusconi sia definitivamente in studio.

Ma a scatenare una vera e propria lotta verbale tra Marco Travaglio e Maurizio Belpietro è stato il tema della libertà di espressione dei giornalisti. I due professionisti sono apertamente schierati e quindi, anche in questa occasione, non perdono occasione per scagliarsi addosso pesanti accuse.

Travaglio ha accusato Belpietro di essere uno stipendiato di Berlusconi ed è quindi ovvio che parli bene del suo titolare e poi ha aggiunto: “Racconti palle”.

Belpietro ovviamente non è stato zitto e gli ha rinfacciato i suoi guai giudiziari: “Sei tu a raccontare palle, infatti sei stato condannato per diffamazione”.

Ma a questo punto, lo scontro è diventato uno scambio di insulti vicendevoli con Travaglio che ha detto: “Sei un pregiudicato” e l’altro che lo ha accusato con le stesse parole. L’opinionista di Annozero però ha sventolato fiero il proprio certificato penale che attesta l’assenza di precedenti.

Nonostante Santoro abbia cercato di fermare la lite ad Annozero, Belpietro cha continuato facendo riferimento alle pessime frequentazioni di Travaglio che, istantaneamente, ha risposto dicendo: “Entri ed esci da Palazzo Grazioli e parli di frequentazioni?”.

È terminata così la lite che, ovviamente, non ha portato a nessun risultato ma è servita solo a mostrare che forse, nel nostro paese, il dialogo costruttivo non ci potrà mai essere: tutti sono sempre fermi sulle proprie idee e certezze e non si è disposti ad ascoltare e capire le ragioni dell’altro.

https://www.youtube.com/watch?v=Wl47Onz3VOg