La quattordicesima puntata del Grande Fratello Vip si è rivelata piena di colpi di scena e tra gli argomenti affrontati nel corso della serata non poteva mancare anche un confronto tra Francesco Oppini e Tommaso Zorzi. Il rapporto tra i due ha subito una battuta d'arresto nelle ultime settimane, dal momento che alcune clip mostrate nelle precedenti puntate del reality hanno destabilizzato l'influencer che aveva visto nel commentatore sportivo un punto di riferimento all'interno della casa, ma le sue ‘strategie' lo hanno fatto ricredere. Ed ecco che, infatti, su insistenza di Alfonso Signorini i due si ritrovano a parlare, e il 25enne si sofferma su un particolare per il quale è andato su tutte le furie.

Tommaso Zorzi deluso da Oppini

Come di consueto non sono mancati i video che hanno messo in luce alcune cose piccole incomprensioni di cui i due gieffini avevano già avuto modo di parlare nei giorni prima della messa in onda. In una conversazione con altri concorrenti Francesco Oppini ha pronunciato una frase piuttosto sibillina, ovvero: "Non so se voleva da me qualcosa che io non posso dargli". Un riferimento piuttosto chiaro ad un possibile trasporto sentimentale, ipotesi avvalorata anche da Patrizia De Blanck ha dichiarato in confessionale che secondo lei, l'influencer provava qualcosa per il 38enne. Alla vista di queste immagini, Tommaso Zorzi ha così commentato:

Alfonso, è un leitmotiv degli etero che tutti i gay sono innamorati di loro e li seguono come i cani. Il fatto che si vociferi che io abbia cambiato atteggiamento nei confronti di Francesco perché non c'è stato è il limite dei discorsi. Francesco mi devi dire se io ti ho mai fatto credere qualcosa, ma poi ti chiedi se io volevo qualcosa in più solo perché sono gay?

Francesco Oppini chiede spiegazioni

"Non capisco perché tu ti raffreddi nei miei confronti ogni tanto. Ho fatto qualcosa che non va, ti aspettavi qualcosa" così Francesco Oppini cerca di chiedere spiegazioni a Tommaso Zorzi, relative al comportamento altalenante dell'influencer, che risponde: "Mi sono sentito una pedina del suo gioco di scacchi, il fatto che io ti ritenga una persona pensante e ti sei omologato col pensiero dell'altro gruppo e questa cosa mi ha fatto arrabbiare, anche il fatto che tu ti sia accanito con le nomination".