12 Marzo 2018
14:16

The Voice of Italy 2018: cast, data d’inizio e regolamento

Inizialmente previsto per il 20 marzo, il talent Rai scappa dall’Isola dei Famosi e parte giovedì 22. I nuovi giudici sono Al Bano, J-Ax, Cristina Scabbia e Francesco Renga.
A cura di Valeria Morini

Manca poco alla partenza di The Voice of Italy 2018, nuova edizione del talent show di Rai2 che torna dopo un periodo di assenza dai palinsesti, dovuto al calo di ascolti. Il secondo canale Rai ci riprova con un cast (quasi) rinnovato e un ampio battage pubblicitario, ma ancora prima di iniziare si registra già uno slittamento nella data d'avvio. Inizialmente previsto in onda dal 20 marzo, il programma "scappa" dall'Isola dei Famosi, che a sua volta torna a essere collocato di martedì per sfuggire alle repliche di Montalbano: troppo rischioso il confronto con il reality di Canale 5, tanto che The Voice partirà ufficialmente da giovedì 22 marzo. Lo ha confermato Fabio Fazio nella puntata di Che tempo che fa dell'11 marzo, che ha visto tra gli ospiti Al Bano e J-Ax.

Il cast di The Voice of Italy

I due cantanti sono infatti tra i membri del cast di The Voice 2018, quinta edizione italiana del format creato in Olanda da John de Mol (già creatore del Grande Fratello).  Quattro i giudici/coach incaricati di scovare la nuova voce della musica italiana: oltre ad Al Bano e J-Ax (quest'ultimo già presente nelle edizioni 2014 e 2015), vedremo Francesco Renga e un'unica donna, Cristina Scabbia (cantante dei Lacuna Coil). A condurre, il re dei programmi di Rai2, Costantino Della Gherardesca. Di seguito, il regolamento del programma.

Blind Audition

Si parte con le Blind Audition, in onda per 4 puntate. In gara ben cento cantanti, che si esibiscono con i 4 coach seduti di spalle. Se, all'ascolto, nessuno di loro si gira, il concorrente è fuori dal programma. Se è soltanto uno di loro a voltarsi, il talento entra direttamente nella sua squadra, mentre, laddove più coach si girano, è il concorrente a scegliere con chi schierarsi. Ogni coach sarà associato a un team di 12 cantanti, che segue personalmente nel resto della gara.

Battle

La seconda fase è quella della Battle, nella quale ogni coach incarica due talenti della propria squadra di eseguire la stessa canzone. Lo stesso coach decide chi dei due merita di passare alla fase successiva, Da notare l'esistenza dell’opzione “Steal”: i coach hanno la possibilità di ripescare fino a due concorrenti già eliminati da altri.

Knockout

Il terzo step è il Knockout: sono ancora i membri del medesimo team a sfidarsi tra loro, stavolta con brani diversi. Il coach ne selezionerà soltanto uno per ogni coppia di sfidanti, senza alcuna possibilità di ripescaggio.

Live show

Si chiude con la fase decisiva, il live show, che a differenza delle altre viene trasmessa dal vivo. Pare che stavolta, in un'ottica di snellimento dello show, si svolgerà in un'unica puntata finale. I finalisti di ogni team si esibiscono singolarmente, con il proprio coach e con gli ospiti. A decretare il vincitore è il pubblico da casa, attraverso il meccanismo del televoto.

Maryam Tancredi è la vincitrice di 'The Voice of Italy 2018'
Maryam Tancredi è la vincitrice di 'The Voice of Italy 2018'
'Don Matteo 11' resta il re incontrastato degli ascolti, 'The voice of Italy 2018' non decolla
'Don Matteo 11' resta il re incontrastato degli ascolti, 'The voice of Italy 2018' non decolla
The Voice of Italy torna con Costantino della Gherardesca alla conduzione
The Voice of Italy torna con Costantino della Gherardesca alla conduzione
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni