Viva il revival, che non muore mai: Sylvester Stallone e Dolph Lundgren tornano a fare coppia, stavolta in una serie Tv. Una delle coppie simbolo degli anni Ottanta, per quel Rocky IV che segnò l'immaginario collettivo nella rappresentazione plastica di quei due mondi a confronto, gli Stati Uniti e l'Unione Sovietica, spingendo qualcuno a credere che quella frase di Rocky nel finale – "Se io posso cambiare e voi potete cambiare, tutto il mondo può cambiare – abbia avuto un suo ruolo nella fine della Guerra Fredda.

Il progetto della serie sarà prodotto da Flame Ventures di Tony Krantz ed è stato già proposto a Fox, CBS e NBC. Si tratta di una serie che non vedrà i due attori insieme sul set, perché Stallone, stando alle informazioni ancora generiche che circolano in queste ore, dovrebbe ricoprire il ruolo di regista, mentre Lundgren sarà il protagonista.

La trama

La serie, che non ha ancora un titolo definito, potrebbe essere proposta ai network tradizionali, ma non è escluso un interessamento di Netflix e Apple. È stata scritta da Ken Sanzel e al centro della trama degli episodi, dell'ipotetica durata di un'ora, ci sarà un agente sotto copertura che lavora per le Nazioni Unite nel campo della sicurezza, ruolo che dovrebbe ovviamente andare all'attore svedese. Il personaggio si presenta come una via di mezzo tra un agente segreto, un esperto in negoziazioni e un esperto militare. Sanzel sarà inoltre showrunner del progetto.

Stallone e Lundgre insieme 30 anni dopo Rocky

Si rinnova quindi il binomio Stallone-Lungren. I due non sono solo i volti della battaglia sul ring di Rocky IV, ma hanno poi preso parte, insieme ad altri volti noti del cinema d'azione hollywoodiano, al progetto de "I Mercenari", trilogia che ha radunato sul set attori del calibro di Antonio Banderas, Wesley Snipes, Mel Gibson, Harrison Ford, Arnold Schwarzenegger e tanti altri. Recente, inoltre, l'esperienza di "Creed 2", spin off della saga di Rocky in cui c'è il ritorno di Ivan Drago, allenatore del figlio Viktor, personaggio che si ritrova a sfidare il figlio di Apollo Creed, ucciso sul ring da suo padre 30 anni prima.