Quest'inverno tra le fiction che vedremo su Rai1 ce ne sarà una dedicata a Nilde Iotti, una delle grandi protagoniste della politica italiana, prima donna ad essere eletta Presidente della Camera, che con il suo ruolo ha conferito alle donne un posto significativo e costruttivo all'interno dell'impianto politico. Vestirà i suoi panni Anna Foglietta, nella fiction "Storia di Nilde", che vedremo alla fine di quest'anno e che rappresenta uno dei progetti più ambiziosi della stagione televisiva targata Rai.

Una fiction che attinge alla storia

Era il 1979 quando Nilde Iotti è stata eletta Presidente della Camera, prima donna in Italia a ricoprire questa importante carica e il discorso pronunciato in quell'occasione fu determinante nel segnare una svolta nell'intero assetto politico, lo stesso discorso che l'attrice romana Anna Foglietta dovrà reinterpretare, non senza un po' di timore e riverenza, nei confronti di uno dei pilastri della storia italiana. In questi giorni, proprio in Parlamento, si stanno girando le riprese della docu-fiction su Nilde Iotti, diretta da Emanuele Imbucci, che affronterà nel dettaglio la vita di una donna divenuta un simbolo, una donna il cui amore per Palmiro Toglietti è stato sempre oggetto di critiche, ma che ha saputo lottare per mantenere la sua integrità. Una storia d'amore, fortemente osteggiata dal Partito Comunista, ma una realtà storica trattata, per usare parole di Imbucci "con grande rispetto, attingendo alle fonti più autorevoli", che avessero conoscenza di quanto realmente accaduto tra i due.

La storia della protagonista, quindi, è raccontata dal momento in cui aderisce alla Resistenza, passando per l'Assemblea Costituente del 1979, servendosi di ricostruzioni, di materiale inedito e di repertorio, riprendendo testimonianze illustri come quelle di Giorgio Napolitano, Emanuele Macaluso, Giuliano Amato, personalità che hanno vissuto la politica e il fervore di quegli anni. La Camera ha immediatamente accolto il progetto, rendendo disponibili luoghi emblematici come la Galleria dei Presidenti, il Transatlantico, il Casellario.

 Anna Foglietta sarà Nilde Iotti

Simbolo di libertà, indipendenza e forza di volontà Nilde Iotti è stata monito per molte donne imbrigliate nelle loro paure, nelle costrizioni di un tempo e una società che non volevano andare avanti e questo Anna Foglietta lo sa. Sa di essere la portavoce di un messaggio forte, di essere il ritratto televisivo di un vero e proprio monumento della storia italiana, una personalità dal carisma indiscutibile, come è lei stessa a raccontare sulle pagine del Messaggero:

Mi ha spaventata il fatto che per la prima volta avrei affrontato un personaggio realmente esistito. E la preoccupazione di rendere al meglio la sua immensa caratura umana e morale, un compito che mi appariva quasi insormontabile. Ma ho studiato i discorsi, gli scritti, le apparizioni ufficiali di Nilde. Più che sulla somiglianza fisica, ho puntato sulla sua compostezza e regalità, sul suo spirito battagliero che la portò a sostenere sempre i diritti delle donne e delle minoranze. L'amore con Togliatti poi, fu un amore folle che diede a Nilde il coraggio di affrontare il severo giudizio del partito con la schiena dritta. È importante mostrare ai giovani un personaggio di donna forte come lei. Non ho dubbi: è stata, è ancora una supereroina.

Il messaggio su Instagram

In un post pubblicato sul suo profilo Instagram, Anna Foglietta, reduce dalla vittoria di un Nastro d'Argento come attrice dell'anno, ha confidato che l'idea di affrontare un personaggio della levatura di Nilde Iotti la rende onorata ma incute in lei anche un certo timore reverenziale:

Non potete neanche lontanamente immaginare cosa significhi per me interpretare Nilde Iotti nella docufiction che vedrete in inverno su Rai 1, dal titolo ‘Storia di Nilde'. Le sue parole, scelte con cura e pronunciate con una cura ancora maggiore se possibile, i suoi sentimenti così alti e nobili, l’etica professionale con cui svolgeva la sua attività politica, la passione infinita che metteva nelle sue battaglie e ancora il coraggio di cambiare il corso della storia quando tutti sembravano andarle contro…le spalle larghe e la testa alta…una dignità senza eguali, questo e molto, molto di più rappresenta per me Nilde Iotti e sono onorata e timorosa nel renderle umilmente omaggio.

“È necessario cogliere negli altri solo quello che di positivo sanno darci, e non combattere ciò che è diverso, che è -altro- da noi”. Non potete neanche lontanamente immaginare cosa significhi per me interpretare Nilde Iotti nella docufiction che vedrete in inverno su @rai1official dal titolo “Storia di Nilde”. Le sue parole, scelte con cura e pronunciate con una cura ancora maggiore se possibile, i suoi sentimenti così alti e nobili, l’etica professionale con cui svolgeva la sua attività politica, la passione infinita che metteva nelle sue battaglie .. e ancora il coraggio di cambiare il corso della storia quando tutti sembravano andarle contro… le spalle larghe e la testa alta.. una dignità senza eguali.. questo e molto, molto di più rappresenta per me Nilde Iotti e sono onorata e timorosa nel renderle umilmente omaggio. . #NildeIotti #rai #docufiction #etica #politica #coraggio

A post shared by Anna Foglietta (@foglietta.anna) on