"Garantisco che il Festival di Sanremo si farà", dice il direttore di Rai1 Stefano Coletta nel corso della conferenza stampa di presentazione della nuova stagione di Porta a Porta, nel tentativo di spegnere i clamori seguiti alle parole di Amadeus, che nelle scorse ore aveva lasciato intendere come, in caso di assenza di pubblico all'Ariston, il Festival di Sanremo 2021 non sarebbe stato possibile: "La dichiarazione di Amadeus ha creato grande panico, ma voglio assicurare che Sanremo ci sarà – ha detto il direttore – Non c'è stagione di Rai1 senza Sanremo. È chiaro che ci adatteremo alle condizioni e agli accadimenti di quel momento, ma Sanremo ci sarà".

"Ci adatteremo alle circostanze"

Nessuno stop a Sanremo, dunque, parola di Coletta. D'altronde la squadra per il bis di Amadeus è già al lavoro da diverse settimane, con la conferma di una conduzione a due in coppia con Fiorello. Messaggio, quello di Coletta, intriso di ottimismo e che punta certamente a tranquillizzare opinione pubblica ed investitori, essendo Sanremo una voce essenziale del bilancio aziendale e un'occasione che la Rai non può assolutamente permettersi di perdere.

Il no di Amadeus ad un Sanremo senza pubblico

Dalle parole di Coletta emerge chiaramente che, anche in caso di assenza di pubblico, il Festival di Sanremo s'ha da fare. Circostanze, quest'ultima, che sembra appunto impercorribile al presentatore e direttore artistico della 71esima edizione del festival della canzone italiana. Ospite del festival di Dogliani, Amadeus era stato perentorio:

Non c’è nessun piano B per Sanremo, deve essere nella totale normalità. O si fa con il pubblico o nulla. Senza il pubblico Sanremo non si può fare, è impensabile lasciare la platea con gli spettatori distanziati, è impensabile mettere gli elementi dell’orchestra ogni due metri. L’Ariston è un tempio meraviglioso, ma gli spazi sono ridotti. E poi come fai a dire a Fiorello di non sputarmi l’acqua sul collo.