105 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Stasera tutto è possibile torna su Rai2, Stefano De Martino confermato alla conduzione

Il conduttore napoletano torna alla guida del format che gli ha permesso di entrare nelle grazie del pubblico nazionale. Stando alle indiscrezioni degli ultimi giorni, le registrazioni di STEP dovrebbero partire a dicembre, con una messa in onda prevista, sempre su Rai2, per l’inizio del 2021.
A cura di Andrea Parrella
105 CONDIVISIONI
Immagine

Il Covid ha fermato molte produzioni televisive Rai, ma non ferma Stasera tutto è possibileIl primo show del 2021 di Rai2 sarà ancora nel segno di Stefano De Martino, che era stato già il volto di uno dei primi programmi di intrattenimento Rai (sicuramente il primo di tipo comico) a tornare in onda dopo il lockdown e sensa pubblico.

Registrazioni a dicembre per STEP

Stasera tutto è possibile è stato il cavallo di troia con cui Stefano De Martino è riuscito a farsi amare dal pubblico nazionale alla conduzione e la produzione, nonostante le difficoltà, le necessità di riorganizzazione e tutti gli effetti determinati dalle misure anti Covid, ripartirà per una nuova edizione, la cui messa in onda dovrebbe essere prevista per gennaio 2021 (stando a quanto riportato da TvBlog).

Di conseguenza le registrazioni, questo sostiene BubinoBlog, potrebbero partire già a dicembre, per essere pronte all'inizio del prossimo anno. Nonostante i dubbi iniziali e l'ipotesi di uno spostamento della produzione a Roma, il Centro di Produzione Rai di Napoli continuerà ad essere teatro di una delle produzioni principali di prima serata di Rai2. Molto dipenderà dalle evoluzioni rispetto alla situazione contagi in Campania e le conseguenti decisioni del governo nazionale sulla zona Rossa, attualmente in vigore fino al 29 novembre.

Stasera tutto è possibile cambierà per il Covid?

Sarà naturalmente curioso capire se le dinamiche di Stasera tutto è possibile verranno intaccate dalle misure per il contenimento della pandemia, trattandosi di una trasmissione di cui diversi giochi prevedano un contatto ravvicinato dei partecipanti. Altra questione sarà la presenza del pubblico in studio, assente nel caso di Made in Sud alcuni mesi fa e che in questo caso potrebbe esserci nelle diverse modalità alle quali ci ha abituato la televisione nelle ultime settimane, dai figuranti ai soli congiunti con distanze di sicurezza.

105 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views