Lutto nel mondo dei reality americani. A soli 34 anni è morta Ashley Ross, meglio conosciuta come Minnie nello show "Little Women: Atlanta". In Italia il programma è noto anche come "Piccole donne" e vede protagoniste un gruppo di ragazze alle prese con il nanismo. La Ross è deceduta in un grave incidente stradale.

L'incidente di Ashley Ross

Come ha annunciato la sua agente Liz Dixson alla CNN, Ashley "Minnie" Ross è morta lunedì 27 aprile a causa di lesioni riportate in un incidente avvenuto domenica ad Atlanta intorno alle ore 23: la donna è deceduta quasi 24 ore dopo al Grady Memorial Hospital, nella città della Georgia. "Ashley era una persona dolce e gentile con un grande cuore", ha dichiarato la Dixson. "Sarà ricordata per il suo sorriso contagioso". Dalla pagina Instagram della star è arrivata anche la nota della famiglia: "È con profonda tristezza che confermiamo a nome della famiglia che  Ashley Ross, alias "Ms Minnie" di Little Women Atlanta, non è sopravvissuta alle lesioni di un tragico incidente d'auto all'età di 34 anni. La famiglia chiede rispettosamente la privacy mentre vive il proprio dolore in questo momento molto difficile".

Little Women, storia del reality televisivo

Nel 2014, su Lifetime debuttava il reality "Little Women: LA", incentrato sulla vita quotidiana di un gruppo di donne con nanismo a Los Angeles. Il  successo dello show ha portato alla creazione di diversi spin-off, tra cui "Little Women: Terra's Little Family", "Little Women: NY", "Little Women: Atlanta" e "Little Women: Dallas". "Little Women: Atlanta" è andato in onda finora per cinque stagioni, dal 2016, tutte con Ashley “Minnie” Ross tra le protagoniste. Con lei, Bri Barlup, Tiffany ‘Monie' Cashette, Emily Fernandez, le gemelle Andrea e Amanda Salinas. Il format è andato in onda anche in Italia, su LEI.

Chi era Ashley Ross

Ex parrucchiera, cresciuta dalla madre, Ashley Ross era originaria di Chattanooga. Grazie a "Little Women" era diventata un personaggio di fama nazionale e non solo. Nel 2017 era stata ricoverata in ospedale e in seguito le era stata diagnosticata linsufficienza cardiaca congestizia, una patologia genetica senza legami con il nanismo. Nel marzo 2019, annunciò di avere una relazione con un produttore musicale di nome Slickbeatz.