programmi stasera in tv 20 agosto

La crisi di governo tiene alta l'attenzione degli italiani, che seguono attraverso il piccolo schermo il racconto di una giornata rovente, nel corso della quale sembrano essere andate definitivamente in fumo le speranze che la compagina di governo giallo-verde possa restare in piedi così per come si è fatta conoscere nell'ultimo anno e mezzo. Nel corso della giornata, a partire dal primissimo pomeriggio, le reti generaliste si sono adoperate per seguire al meglio le vicende di palazzo avvenute al Senato, dove il premier (oramai uscente) non ha risparmiato Matteo Salvini da un duro attacco.

Anche la prima serata ha visto un massiccio concentramento di attenzione sulle vicende politiche, con dati che sono anche specchio del lavoro delle varie reti a proposito del racconto della politica. Se il Tg1 realizza infatti uno speciale sui fatti politici che ha conquistato 1.610.000 spettatori pari al 10.1% di share, sorprende il risultato di La7, che con lo speciale di In Onda in prima serata totalizza numeri non troppo lontani dalla prima rete del servizio pubblico (1.068.000 spettatori con uno share del 7%), capitalizzando l'effetto della maratona Mentana, in onda dalle 14. A proposito di politica, anche Rete 4 va in onda con Stasera Italia – Speciale Crisi di Governo, che totalizza un a.m. di 744.000 spettatori con il 4.7% di share.

Ascolti martedì 20 agosto 2019

Ad aggiudicarsi lo scettro di programma più visto della serata è Canale 5 con Spirito Libero ha raccolto davanti al video 1.729.000 spettatori pari al 10.5% di share. Su Rai2 Squadra Speciale Cobra 11 ha interessato 765.000 spettatori pari al 5.2% di share. Su Italia 1 Chicago Fire ha catturato l’attenzione di 1.198.000 spettatori (7.8%). Su Rai3 Big Wedding ha raccolto davanti al video 1.172.000 spettatori pari ad uno share del 7%.Su La7 In Onda Prima Serata ha registrato 1.068.000 spettatori con uno share del 7%. Su TV8 Il Mistero di Ragnarock ha segnato il 2.6% con 425.000 spettatori mentre sul Nove Rugantino ha catturato l’attenzione di 358.000 spettatori (2.3%).