Spider-Man, a ognuno il suo

Tre volti e tre registi per tre ricette diverse ma un unico, incredibile ingrediente: l’Uomo Ragno. Un ragazzo qualunque, coi problemi di tutti gli adolescenti, che tutto a un tratto si trova portatore di un grande potere… e di grandi responsabilità. Scopriamo insieme quale Spider-Man è il “tuo”.

Spider-Man: per interpretarlo non servono i muscoli

Spider-Man è l’eroe Marvel più amato. Creato dopo ​I Fantastici Quattro nel 1962, questo adolescente che scopre di avere i superpoteri – suo malgrado – diventa immediatamente uno dei personaggi simbolo della casa editrice. Giovane, divertente, ingenuo e scapestrato, ha sedotto per decenni milioni di lettori con la forza della sua personalità. È per questo che la scelta del volto di Spider-Man per le sue trasposizioni cinematografiche è sempre stata delicata e decisiva per il successo al botteghino. Più di altri eroi, l’alter ego in abiti civili – il teenager Peter Parker – in questa saga ha davvero pari dignità narrativa del suo riflesso mascherato. Di qui la necessità di trovare un “vero” attore, capace di trasferire quella carismatica simpatia. Lo stesso si può dire per la scelta del regista, il deus ex machina dello spirito di ogni film. Scopriamo allora quale accoppiata attore-regista fa al caso tuo.

Maguire-Raimi, quando il tocco d’autore supera tutto

Sam Raimi, nome cult dell’horror grazie alla trilogia de ​La Casa, ha finito per legare per sempre il suo nome a quello di Spider-Man, che ha portato sul grande schermo in ben tre film da lui diretti – rispettivamente nel 2002, 2004 e 2007. Subito ha fatto pesare la propria personalità imponendo, contro il parere di tutti, due volti sulla carta non proprio perfetti per le parti di Peter Parker e Mary Jane: i fin troppo “maturi” Tobey Maguire e Kirsten Dunst (l’attrice statunitense, inoltre, non era considerata sufficientemente femminile per il ruolo). Raimi è riuscito così a riportare magnificamente su schermo le atmosfere dell’epoca d’oro dell’​aracno-eroe, quelle di Stan Lee e John Romita.

A chi è consigliata la trilogia di Raimi-Maguire​: per chi vuole godersi dei “classici” e non solo dei fumettoni, la mano di Raimi, la faccia da bravo ragazzo di Maguire e i volti dei magnifici cattivi – Willem Dafoe nel ruolo di Goblin, Alfred Molina nel ruolo di Dr. Octopus e Thomas Haden Church nel ruolo dell’Uomo Sabbia – sono gli ingredienti perfetti.

Garfield-Webb, un giovane eroe per ricominciare

Per il ​reboot si riparte velocemente da zero, affidando la direzione del nuovo film a Marc Webb, regista statunitense alle primissime armi. L’amichevole Spider-Man di quartiere assume allora le sembianze di Andrew Garfield, che, nonostante la sua età (al momento del set aveva quasi 30 anni) riesce ad interpretarlo alla perfezione anche nelle dinamiche più teen. Soprattutto, ha una grande sintonia con la favolosa Emma Stone-Gwen Stacy – sua partner nella vita di tutti i giorni ed anche su schermo. Non a caso, ​The Amazing Spider-Man è forse, tra tutte, la storia più incentrata sulle vicende personali del nostro eroe.

A chi è consigliata la trilogiadiWebb-Garfield​: per chi vuole godersi una storia d’amore tra due deliziosi protagonisti, condita da ottime scene d’azione e un cattivo tutto da scoprire interpretato da Dane DeHaan.

Holland-Watts, il reboot del definitivo rilancio

Il secondo ​reboot del ​franchise cinematografico di Spider-Man è anche la sedicesima pellicola del Marvel Cinematic Universe. Insomma, finalmente Spider-Man torna a casa, con il volto più giovane di Tom Holland (che aveva fatto capolino, ai suoi esordi, in ​Captain America: Civil War). ​Spider-Man: Homecoming, così, parte direttamente da quanto accaduto in ​Captain America: niente drammoni, subito tanta azione immersa nella vita di tutti i giorni di un quindicenne eroe. La regia ancora una volta è affidata a un semi-novizio: niente film d’autore, insomma, ma grande adrenalina in un universo finalmente coerente con tutti gli altri eroi Marvel.

A chi è consigliata la trilogia di Holland-Watts​: agli amanti degli eroi Marvel, per uno Spider-Man davvero inserito nel giusto contesto: tanta azione e adrenalina e un tocco di teen movie.

Tutto Spider-Man… quando vuoi

Dopo il successo della programmazione esclusiva su Sky di tutte le avventure dell’Uomo Ragno, la visione continua. I più appassionati dell’eroe nato dalla fantasia di Stan Lee e Steve Ditko, potranno immergersi negli universi creati da Sam Raimi, Marc Webb e Jon Watts ogni volta che vogliono: tutti i film sono infatti disponibili su On Demand nella collezione dedicata a Spider-Man. Fino al piatto forte, l’ultimo capitolo ​Spider-Man: Far From Home. Un omaggio apprezzato da tutti gli Spider-maniaci.