Dolorosa e profondamente consapevole è la confessione che Sonia Bruganelli affida a Francesca Fagnani. La moglie di Paolo Bonolis è una delle protagoniste della puntata di Belve in onda in seconda serata su Rai2 venerdì 21 maggio, dalle 22.55. “Crisi da superare ce ne sono state?”, chiede la giornalista e Sonia accetta di raccontarsi senza filtri, nonostante il rischio di aprire una spaccatura, di esporsi al giudizio altrui per quel racconto crudo, privo di filtri che riguarda la figlia Silvia:

 Una crisi vera c’è stata quando è nata nostra figlia… Avevo 27 anni, è stata una delusione fortissima. Poi per una persona purtroppo o per fortuna abituata a cercare di avere sempre il meglio, un figlio con una malattia è quanto di più difficile da gestire, anche egoisticamente non sono stata in grado di farlo, ho dovuto abdicare per parecchio al mio ruolo di mamma con mia figlia Silvia.

“Paolo Bonolis ha fatto da mamma e papà a Silvia”

Con la stessa sincerità, Sonia racconta che è stato il marito Paolo Bonolis, brillante sul piccolo schermo quanto saldo nella vita, a prendere in mano la situazione: “C’è stato, a parte mia mamma, Paolo che ha preso in mano la situazione e si è trovato per più di un anno a fare da mamma e da papà a nostra figlia che aveva delle enormi difficoltà”. Cosa significare abdicare al ruolo di madre? “Vuol dire non farcela”, spiega Sonia, “vuol dire svegliarsi una mattina in ospedale con una bambina appena nata che ti hanno portato via perché deve essere operata e dire: Oddio io non ce la faccio, cosa devo sperare? Sperare che succeda qualcosa per cui si ricominci tutto da capo non è proprio una cosa meravigliosa per una mamma, no?”.

Sonia Bruganelli e Paolo Bonolis
in foto: Sonia Bruganelli e Paolo Bonolis

“Non mi piace la televisione di Barbara D’Urso”

Immancabile la domanda su Barbara D’Urso, la cui trasmissione in onda la domenica sera Bonolis ha sostituito con il suo “Avanti un altro”. “Come la definirei? Forse un po’ più superficiale, attenta a cercare di stuzzicare la morbosità che comunque le persone hanno”, ma la Fagnani insiste, chiede se le piace. “No, non mi piace”, ammette Bruganelli.