3.207 CONDIVISIONI

“Sofia sta male”, Le Iene contro il ministro Balduzzi

Continua la diatriba tra Le Iene e il ministro della Salute, Renato Balduzzi per aiutare la piccola Sofia, affetta da Leucodistrofia metacromatica. E’ stato autorizzato un trattamento con le staminali diverso da quello giudicato “pericoloso”, ma che aiutava la piccola. La madre: “Non c’è tempo per sperimentare altre cure!”.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
3.207 CONDIVISIONI
Immagine

Sofia ha commosso l'Italia intera con la sua storia. In molti stanno cercando di sensibilizzare le istituzioni sulla rarissima malattia che affligge la bambina di soli tre anni e mezzo. La Leucodistrofia metacromatica, una malattia neurodegenerativa che si manifesta ad un anno e mezzo di vita e che viene considerata, a tutti gli effetti, una malattia terminale che, in caso di comparsa nell'età infantile, dà un'aspettativa di vita di soli dieci anni. L'unica speranza per Sofia sarebbe un trattamento con le cellule staminali del metodo Stamina, meglio conosciuta come la cura Vannoni, dal professore che l'ha messa a punto. E' una cura che in Italia, però, è vietata. Anche Adriano Celentano si è espresso con sdegno nei confronti del ministro della Salute, Renato Balduzzi che, nel servizio della scorsa settimana realizzato da Le Iene, trattò con sufficienza l'inviato Giulio Golia. Questa settimana Le Iene hanno dato ancora spazio al caso, la madre ha ricordato come si è manifestata la malattia della piccola.

Sofia si è ammalata quando aveva un anno e mezzo, la piccola fino ad allora ballava, cantava, diceva le sue prime frasi. Poi un giorno ha cominciato a zoppicare e da lì a sei mesi è diventata completamente paralizzata. Dopo poco ha perso la vista e adesso piange, comunicando solo con piccoli lamenti.

Il trattamento con le staminali ha mostrato risultati efficaci nei confronti di altri casi di bambini affetti da malattie come la leucodistrofia metacromatica. La stessa Sofia con la cura Vannoni aveva registrato miglioramenti, ad esempio non vomitava più mentre prima lo faceva dieci volte al giorno. Le cure sono poi state fermate perché giudicate potenzialmente pericolose. Dopo l'intervento de Le Iene, la segreteria del ministro ha convocato i genitori per un incontro con il ministro Balduzzi. Un incontro che però non si è rivelato risolutore:

Sofia potrà continuare la cura con le staminali, ma in un laboratorio autorizzato dall'Aifa.

Niente metodo Vannoni, dunque. La piccola Sofia non riesce più nemmeno a deglutire e la mamma, nonostante l'incontro con il ministro Balduzzi, continua a chiedere disperatamente di utilizzare la cura Vannoni, anziché perdere tempo a sperimentare altre cure.

3.207 CONDIVISIONI
Sul Fb di Giulio Golia: "Il decreto Balduzzi è incostituzionale, Sofia e gli altri bimbi hanno vinto"
Sul Fb di Giulio Golia: "Il decreto Balduzzi è incostituzionale, Sofia e gli altri bimbi hanno vinto"
Le Iene, la vittoria della piccola Sofia in onda su Italia1 (DIRETTA)
Le Iene, la vittoria della piccola Sofia in onda su Italia1 (DIRETTA)
Sofia e Le Iene hanno vinto, le cure proseguiranno fino ad aprile 2014
Sofia e Le Iene hanno vinto, le cure proseguiranno fino ad aprile 2014
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni