Arriva una piccola rivoluzione nel mondo delle news. Da martedì 27 gennaio SkyTg24 sarà accessibile a tutti. Il canale della piattaforma satellitare dedicato all'informazione 24 ore su 24 arriva dunque in chiaro, sul numero 27 del digitale terrestre (per accedervi, sarà necessario risintonizzare il televisore). L'iniziativa nasce dall'intento di Sky di imprimere una svolta più generalista al suo comparto notizie, con una proposta che abbinerà l'offerta dei telegiornali ad altri contenuti, come documentari, approfondimenti e persino film (come "Il colore della libertà" sulla Nelson Mandela).

Alla conferenza stanpa di presentazione del nuovo canale, l'amministratore delegato di Sky Italia Andrea Zappia ha spiegato:

Vi diamo una buona notizia: la nascita di un nuovo canale in Italia, in un periodo in cui, in modo molto drammatico, la libertà d'espressione è stata messa alla prova. Una delle motivazioni che ci hanno spinto a farlo è che pensiamo di dare un servizio portando a un pubblico più ampio l'offerta Sky.

Non è casuale la scelta di partire dal 27 gennaio: il primo evento seguito dal nuovo canale sarà l'elezione del nuovo Presidente della Repubblica. Andrea Scrosati, executive vice president di cinema, intrattenimento e news, ha descritto il carattere eclettico del nuovo Tg24:

Abbiamo portato un nuovo linguaggio nell'intrattenimento e siamo convinti che questo canale contribuirà a portare un nuovo linguaggio nell'informazione. Il nostro straordinario team ha avuto il coraggio di aprirsi a nuovi partner, tra cui Vice e Wildside che ha prodotto documentari di cui oggi presentiamo il primo di Beatrice Borromeo sulle donne di ndrangheta "Lady Ndrangheta", che sarà in onda sul canale ai primi di febbraio subito dopo l'elezione del Presidente della Repubblica.

Prosegue la direttrice di SkyTg24 Sarah Varetto:

Sarà un canale semi generalista. Una parte della programmazione sarà in simulcast per una parte della giornata, poi ci sarà spazio per altri programmi. La notte, dall'una alle sei del mattino, sarà interamente dedicata all'arte, mentre nel prime time verranno trasmessi documentari e cinema.

Senza timori di eventuali procedimenti legali mossi dalla Rai contro l'aertura del canale ("Il palinsesto e 100% a norma di legge. Rispetteremo sempre le regole per i canali "), Zappia ha infine spiegato che, oltre al sistema Auditel per gli ascolti, Sky ha implementato anche uno strumento di rilevazione interno:

Ci allineiamo alla valuta corrente, che è l'auditel, ci siamo creati uno strumento interno perché ne avevamo necessità per  prendere decisioni, ma speriamo che l'auditel migliori. Non diamo ultimatum ma speriamo che anche da altri broadcaster venga la spinta a migliorare il sistema di rilevazione.