18 Aprile 2014
15:26

Sergio Assisi lascia l’Italia: “Troppi attori raccomandati”

Il noto attore di fiction decide di lasciare l’Italia per lavorare tra l’America e la Francia: “Mi spiace, ma qui fanno lavorare i raccomandati e se non appartieni al giro dei privilegiati sei fuori”.
A cura di G.D.

Sergio Assisi lascia l'Italia, lo apprendiamo dal settimanale "Nuovo" al quale l'attore rilascia un'intervista dettagliata circa i suoi prossimi lavori che saranno lontano dalla sua città e dalla sua nazione. La sua ultima esperienza nel piccolo schermo risale solo allo scorso  7 aprile con "Una coppia modello" per il ciclo di film Rai "Purché finisca bene", ed è curioso che il bell'attore diplomato all'Accademia d'arte drammatica del Teatro Bellini, sotto la direzione del grandissimo drammaturgo Tato Russo, abbia deciso di uscire con dichiarazioni del genre, circa i suoi futuri progetti lo porteranno in Francia e in America:

Non dipende da me. Il problema è che in Italia non mi chiamano per lavorare. Il nostro Paese è strano. Se non hai una raccomandazione e non appartieni al giro dei privilegiati sei fuori. La professionalità non conta e io sto seriamente pensando di andare all'estero a questo punto.

Una sceneggiatura in Francia, poi un viaggio negli Usa: questi i prossimi passi dell'attore nato a Napoli il 13 maggio 1972:

Ho scritto una sceneggiatura che devo realizzare in Francia, poi mi piacerebbe andare in America. Mi dispiace dover lasciare l'Italia, io sono fiero di essere nato qui e soprattutto sono fiero della mia napoletanità, ma in questo momento non ci sono occasioni di lavoro.

Sergio Assisi debutta a Napoli come regista:
Sergio Assisi debutta a Napoli come regista: "Un omaggio alla mia città"
1.500 di Peppe Pace
"A Napoli non piove mai", Sergio Assisi debutta come regista (INTERVISTA)
Le foto di Sergio Muniz
Le foto di Sergio Muniz
137.371 di Spettacolo Fanpage
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni