29 Giugno 2011
11:35

Santoro ad Annozero critica la politica della televisione

Michele Santoro, nell’ultima puntata di Annozero speciale dedicata al mondo della pesca, ha parlato dell’interferenza della politica nella televisione legandosi alle vicende attuali della P4 e di Bisignani. Ecco il video del suo attacco alla tv italiana.
santoro nell'ultima puntata di annozero critica la tv

Lo speciale di Annozero, andato in onda il 28 giugno 2011 e dedicato al mondo della pesca, era previsto da molto tempo ma non è stato per niente sponsorizzato dalla Rai soprattutto dopo la cancellazione di Annozero e tutte le polemiche dell'addio di Santoro dalla Rai. Ma mentre il reportage mostrato, dal titolo L'assassinio del mare e realizzato da Roberto Pozzan, è stato un interessante approfondimento sullo stato di salute del nostro mare e della pesca italiana, sottolineando lo stato di crisi del settore, Michele Santoro ha aperto il programma con la sua anteprima che non ha niente a che vedere con il mondo della pesca.

Michele Santoro, nell'ultima anteprima di Annozero, ha voluto parlare a ruota libera di politica, tv e soprattutto degli intrecci della politica e della televisione, anche recentemente venuti fuori con l'inchiesta sulla P4 e su Bisignani. E proprio parlando di Bisignani (che avrebbe avuto un ruolo importante nel gestire l'opposizione interna alla Rai contro il conduttore), Santoro ha voluto aprire il suo monologo:

Io credo che il potere accumulato da personaggi come Bisignani sia inversamente proporzionale alla loro intelligenza. Quelli come Bisignani gestiscono, in Italia, un potere che è fatto della capacità di accontentare i desideri di quelli che sono più potenti di loro. Per avere più potere loro e per poi poterne distribuire una quota parte a quelli che li attorinano per assecondare i loro disegni. Ed è per questo che in Italia il merito non è così importante. Perché o entri nel gioco di certi capobastone – un po’ come le ragazze entravano nel gioco del bunga bunga – oppure non diventi nessuno.

Quindi Santoro ha detto di non essere meravigliato se i giovani di oggi non hanno più fiducia nella meritocrazia, ciò è dovuto al fatto che hanno visto fin troppe volte che il potere è concentrato nelle mani delle lobby. E anche la televisione è gestita da queste lobby, come la recente inchiesta P4 con Luigi Bisignani sta mostrando. Santoro quindi ha sferrato una decisa critica alla televisione italiana:

La tv non ha parlato dei giovani così come veramente sono, perché non poteva ammettere che ci potevano essere altri mondi possibili diversi dal Grande Fratello. E guardate che non mi riferisco al programma televisivo, perché come programma televisivo anche io l’ho guardato più di una volta. Io mi riferisco proprio a com’è organizzata la televisione nel nostro paese. Una televisione a bassissimo costo. Molto seriale. L’unico miracolo di riciclaggio della spazzatura si è realizzato proprio in televisione. Facciamo la televisione che costa di meno in Europa ed è anche la più povera. Le droghe assunte in modica quantità fanno meno danni di certi bombardamenti seriali. Perché quelli sì, creano tossicodipendenza e la creano nelle fasce più esposte, le più deboli, le meno protette, ed anche quelle meno culturalmente attrezzate.

Santoro si è messo contro un certo tipo di tv che non vuole mostrare la realtà e vuole dare una lettura romanzata dei fatti: il conduttore ha sottolineato il fatto come faccia paura mostrare le proteste degli studenti o quelli dei lavoratori, perchè è quella la realtà del paese, un paese che è stanco ed esasperato. Il monologo è terminato con una sorte di profezia:

Lo dovrebbero capire tutti: un certo mondo è finito, una certa televisione è finita, e un certo mondo sta per cominciare. Ma se qualcuno, a destra o a sinistra, non lo vuole capire, ebbene: peste lo colga, come diceva Amedeo Nazzari.

In questo modo Santoro si è concedato dalla Rai, con amarezza e polemica: forse è proprio vero che è finito "l'anno zero" a cui faceva riferimento il titolo della sua trasmissione ed è iniziato un nuovo anno che sarà sicuramente diverso e speriamo migliore!

https://www.youtube.com/watch?v=1ailRFCMnSs
Beppe Grillo: Santoro chiudi Annozero, video
Beppe Grillo: Santoro chiudi Annozero, video
Annozero vince il ricorso contro la Rai: Santoro batte Masi
Annozero vince il ricorso contro la Rai: Santoro batte Masi
Santoro vs Stracquadanio ad Annozero: il video della lite
Santoro vs Stracquadanio ad Annozero: il video della lite
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni