La notizia che Orietta Berti abbia violato il coprifuoco durante la sua permanenza a Sanremo è rimbalzata su tutte le testate e anche sui social sono comparsi svariati meme che ironizzavano sull'accaduto. Non è mancata nemmeno una menzione dell'avvenimento durante la prima serata del Festival di Sanremo da parte di Fiorello. Nel pomeriggio di ieri, 2 marzo 2021, durante la puntata de La vita in diretta, la cantante aveva spiegato cosa fosse successo e ha fornito altri dettagli anche in diretta con la trasmissione di Radio2, "I Lunatici".

Il racconto della cantante

Un racconto esilarante quello della concorrente della kermesse canora più importante d'Italia, un episodio che ha generato risate e sorrisi da parte di coloro che si sono imbattuti in questa storia che ha dell'incredibile con una Orietta Berti fuori legge inseguita da tre volanti della polizia. Cosa è realmente accaduto? La cantate ha spiegato che nella serata di lunedì 1 marzo, da Bordighera dove alloggia, si è dovuta spostare a Sanremo per ritirare gli abiti che avrebbe indossato durante le sue esibizioni, la Berti racconta: "Sono andata a ritirare gli abiti all'Hotel Globo. Tre macchine della polizia mi hanno inseguita e fermata. ‘Dove va lei?', mi hanno chiesto. ‘A ritirare gli abiti', ho risposto. ‘A quest'ora?'. E per forza, se poi non mi vanno bene me li devono aggiustare. Mi hanno seguito fino al Globo perchè non ci credevano, mi hanno accompagnato per vedere se dicevo la verità". Insomma, la cantante rischiava davvero di essere punita per questa violazione, seppur giustificata.

Orietta Berti a Sanremo

Per quanto riguarda la sua partecipazione a Sanremo, dopo ben 29 anni dall'ultima volta in cui ha cantato sul palco dell'Ariston, Orietta Berti dichiara di aver partecipato per celebrare la sua carriera che ha superato i cinquant'anni di attività e si è soffermata ad analizzare, chiacchierando con i Lunatici, come è cambiato il rapporto dei giovani artisti con questa kermesse che per i cantanti della sua generazione aveva un impatto totalmente diverso:

Io dormo poco, sono sempre sveglia a qualsiasi ora della notte, la notte prima del ritorno all'Ariston è piena di emozioni, 29 anni non sono pochi, è come se fosse la prima volta, adesso poi è cambiato tutto. E' cambiata la giuria, sono cambiati i concorrenti, tanti concorrenti non li conosco visivamente e vocalmente. Quando io ero giovane il nostro approccio per questo palcoscenico così importante era diverso, ci rendevamo conto che se tu facevi uno sbaglio era determinante per la tua carriera, poi per un anno avevi poca possibilità di promuovere il disco o il lavoro che avevi fatto. Ora invece è cambiato tutto, tutto intorno al tuo lavoro c'è più pubblicità. Molti ragazzi oggi sono pimpanti e sicuri di se perché hanno tante visualizzazioni, sanno di avere un seguito che li sosterrà comunque. Io sono venuta al Festival per festeggiare i miei 55 anni di carriera e poi per presentare il cofanetto dedicato a tutti i miei ammiratori, con sei cd. Nell'ultimo cd ci sono venti inediti, compresa ‘Quando ti sei innamorato'".