Sanremo 2018
5 Febbraio 2018
12:45

Sanremo 2018, Baglioni: “Non sarà un Festival ma una Mostra della canzone italiana”

Claudio Baglioni, Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino presentano il Festival di Sanremo: “Portiamo la musica al centro del Festival, sembra una cosa naturale ma in realtà non è stato mai così”.
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Sanremo 2018

La conferenza di presentazione di Sanremo 2018, tenutasi oggi alle 12.30, apre ufficialmente la settimana di "passione" della 68esima edizione della kermesse canora. Alla presenza dei suoi protagonisti, sono stati snocciolati i temi principali del Sanremo che verrà.

Tutto per la canzone italiana

Claudio Baglioni sottolinea quello che è stato già anticipato in gennaio: "Al centro di tutto c'è la canzone italiana". Sarà un Sanremo completamente diverso da quello che abbiamo visto, soprattutto nella gestione Conti, a sentire le parole di Claudio Baglioni. La musica è al centro, la dimensione ‘reality' sarà ridotta all'osso e non ci sarà nessuna eliminazione.

La stella polare di questa rassegna è la canzone italiana. Credo che lo sia stato sempre, averlo dimenticato mi è sembrato una cosa da riparare. Specie nel momento in cui la Rai ha chiamato un compositore-cantante ad interpretare il ruolo di direttore artistico. Sembrerebbe la cosa più naturale al mondo, ma in realtà non lo è stato mai. Io ho ripreso molto semplicemente il titolo e il sottotitolo pensando alla canzone italiana, questa forma d'arte piccola e breve che però ha una forza micidiale. È difficile evitare il confronto con la canzone, che è fatta di parole e di musica, specie nella nostra lingua, bella da parlare e difficile da musicare.

Non un Festival, ma una mostra

Abbiamo il titolo per tutta la conferenza. Baglioni spiega a chiare lettere le sue intenzioni, sarà più una Mostra della canzone italiana che un concorso come siamo sempre stati abituati a vederlo. Dopo la gestione Conti, la sensazione è che ci saranno grandi cambiamenti.

Spazio a questi due elementi, musica e parole. La musica è un grande gioco, ma anche una cosa seria nel momento in cui ricorda i grandi interpreti che non ci sono più. Porteremo dei tributi alla bellezza che tante persone ci hanno lasciato. Cominceremo con Luis Bacalov, scomparso da poco, sarà ricordato da Gianni Morandi, poi avremo Sergio Endrigo fatto da Il Volo, Bindi e De André li cantero con Gino Paoli e Danilo Rea, Piero Pelù ricorderà con me Lucio Battisti.

Non c'è il Rap al Festival

Il Rap ha snobbato Baglioni. Il direttore artistico voleva portare artisti della scena come ospiti e concorrenti, ma ha lasciato intendere di aver ricevuto porte in faccia.

Ho provato, offrendo del denaro a questi personaggi, a portare il Rap al Festival, ma ci vuole ancora un po' di tempo. Sanremo ha preso sempre di più le sembianze di un enorme modello di costume, quindi alcuni colleghi hanno sempre sentito che Sanremo non fosse più la casa migliore. Io in questi tre mesi, ho cercato di riportare la barra in quel senso. Far sentire musicisti, cantanti e interpreti a casa loro. Non è un operazione di reducismo, non faremo il raduno degli alpini, ma sarà comunque un modo per sentire buona musica, belle parole e buone emozioni. Anche la scena, è un auditorium, una sala da concerto, probabilmente avveniristica, potrà tornare buona anche per il 2028.

Claudio Baglioni precisa che non ci sarà nessun collegamento extramediatico: "Non ci saranno astronauti, non ci saranno sportivi, non ci saranno extra-ospiti che non sono collegati direttamente alla musica". Spazio alla musica, dunque, come era stato già preannunciato.

Premio alla carriera per Milva

Nel ricapitaolare gli ospiti, Claudio Baglioni ricorda che il venerdì sera verrà dato il Premio alla Carriera a Milva. Raccolto così l'invito partito da Cristiano Malgioglio e sostenuto dalla maggior parte degli artisti sui social network. La ‘pantera di Goro', 79 anni, detiene il record di partecipazioni al Festival, ben 15, con Peppino Di Capri, Toto Cutugno e Al Bano. Ritirerà il premio sua figlia per lei.

Le parole di Michelle Hunziker

Michelle Hunziker prende la parola dopo l'introduzione di Claudio Baglioni, anticipa che ci saranno una serie di momenti di spettacolo davvero inusuali e inaspettati. Orgogliosa di fare il Festival, non vede l'ora di salire sul palco e mettere in scena quello che è stato provato per tre mesi.

Ci saranno dei momenti di spettacolo inaspettati, mi sono stupita ma non posso annunciare niente. Sono molto contenta. Ora dobbiamo farlo, non si può dire niente di più se non in bocca al lupo a tutti. Ogni sera ci sarà un protagonista, sarà data molta importanza anche a coloro che votano. Alla sala stampa, che sarà l'unica giuria che voterà dall'inizio fino alla fine del Festival.

Le parole di Pierfrancesco Favino

Pierfrancesco Favino mette a nudo le sue emozioni nella conferenza stampa di presentazione del Festival di Sanremo. Scherza pensando a come ci sia un clima da "Nazioni Unite" e a come fare Sanremo dia allo stesso tempo tensione e adrenalina.

Stavo pensando stamattina che sentirò nostalgia, già. Da quando lunedì mi torneranno a trattare male, ci penso. Qui se ti fa male la schiena, arriva un massaggiatore. Sarò come quello delle crociere, lunedì prossimo. Questa atmosfera da Nazioni Unite non me l'aspettavo. Grazie alla generosità di Claudio, alla simpatia di Michelle, i tecnici, se non ci fossero loro, i tempi, tutto quello che ha a che fare con questa macchina televisiva. Per me sarà tutto nuovo, mi sto estremamente divertendo. Stare su un palco mi fa divertire. È una cosa che dà tensione, tantissima adrenalina, e io penso di essere un uomo che fa spettacolo, sono molto felice di affrontare questa sfida.

Laura Pausini alle prese con una laringite

Tutti confermati gli ospiti, da Fiorello a Sting&Shaggy, da Renga, Pezzali, Nek a Laura Pausini, che però è alle prese con una laringite. Un messaggio arrivato poche ore fa al direttore artistico, fa traballare la sua possibile partecipazione al Festival nella serata di martedì.Come svelato da Claudio Baglioni, Laura Pausini ha chiesto di cantare tra la gente, quindi sarà installata una speciale piattaforma per fare in modo che il desiderio dell'artista si realizzi.

La polemica Ricci-Baglioni

Nessuna risposta alle provocazioni di un giornalista sulle parole di Antonio Ricci: "Ho cose più importanti da fare e pensare". Stessa domanda per Michelle Hunziker: "Non fatemi rispondere a questa domanda, voglio bene a entrambi e non voglio rispondere. 

Il DopoFestival di Edoardo Leo

Edoardo Leo, Rolando Ravello, Sabrina Impacciatore, Rocco Tanica e Carolina Di Domenico presenteranno "Tanto siamo tra amici al Dopofestival", il programma che seguirà il Festival di Sanremo. In conferenza stampa, Edoardo Leo presenta così il momento di alleggerimento, ormai tipico della kermesse.

Abbiamo avuto mandato di mettere al centro musica e qualità, ma io spero che Baglioni sarà stanco e cercherà di non guardare anche il DopoFestival. Saremo irriverenti, saremo in gioco con i cantanti che terremo con noi, con quell'atteggiamento di "Tanto siamo tra amici".

Curiosa l'idea del DopoFestival di assegnare il "Baglioni d'oro" con una speciale classifica che permetterà agli stessi cantanti di votare le proprie canzoni e quelle degli altri in gara.

316 contenuti su questa storia
Duccio Forzano, regista del 'Festival di Sanremo 2018':
Duccio Forzano, regista del 'Festival di Sanremo 2018': "Claudio Baglioni mi ha salvato la vita"
Fiorello:
Fiorello: "Mia moglie Susanna è l'angelo che mi ha portato a Sanremo 2018"
Favino sul monologo di Sanremo:
Favino sul monologo di Sanremo: "Testo sull'estraneità in generale. La mia politica è capire le emozioni"
3.692 di askanews
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni