Sarà stato anche uno show da record d'ascolti, ma se il "vero talento nazionale" che Italia's Got Talent ha trovato è un ventriloquo 52enne già noto al mondo dello spettacolo, allora c'è qualcosa che non va.

Grandissimo successo per Italia's Got Talent e per la sua serata conclusiva che ha regalato la vittoria finale, con tanto di superpremio, al ventriloquo Samuel Barletti. E' dunque lui il talento italiano del 2013, sebbene è opportuno notare che non lo scopriamo certo con lo show che ha macinato ascolti altissimi in successione (l'ultima puntata ha realizzato il 24,92% di share), visto che l'ottimo Samuel è un cavallo di razza dello spettacolo, con più di venti anni di carriera alle spalle, già noto ai meno giovani per le sue partecipazioni, fisse e non, a molti programmi che hanno fatto la storia della nostra televisione.

Per quanti non dovessero ricordare, c'è il suo sito ufficiale che può fornire tutte le informazioni e i riferimenti del caso, dove leggiamo che nel 1973 vince il primo premio, il Club Magico Italiano di Bologna gli riconosce di essere il ventriloquo più giovane al mondo. Nel 1979 comincia a lavorare a "Domenica In", nella storica prima edizione condotta da Corrado Mantoni, passa a "Buona Domenica" nel 1984 come ospite fisso, quando conduceva un certo Maurizio Costanzo. E poi "Domani Sposi" condotto da Giancarlo Magalli, nel 1987 "Ghibli" con 12 puntate condotte da Maria Giovanna Elmi. E ancora "Via Teulada 66" nel 1988 (a condurre c'era Loretta Goggi), "Uno Mattina", "Solletico", il "Maurizio Costanzo Show", e tante altre ancora.

Ricorderete di certo Antonio Lubrano, storico conduttore del programma che scopriva truffe e raggiri in onda su Rai Tre, Mi manda Lubrano. Con quella sua parlata e quel suo gesticolare, dopo una premessa robusta chiosa con un sonoro "la domanda sorge spontanea": ma Italia's Got Talent non proponeva di scovare il "vero talento nazionale", nascosto nel sottobosco del mondo delle arti e dello spettacolo? Come è possibile, allora, che il "vero talento nazionale" sia un ventriloquio di 52 anni, già noto nell'ambiente dello spettacolo e della televisione? Pensateci anche voi. Del resto se Al Bano vincesse X Factornon sarebbe una cosa fuori posto?