Ospite nel salotto di Caterina Balivo a Vieni da Me su Ra1, Samantha de Grenet si è lasciata andare ad un lungo sfogo, parlando di un tema molto personale, sul quale non si era mai esposta prima in tv. L'ultimo anno e mezzo, lontano dal mondo dello spettacolo, per la conduttrice è stato un momento delicato da superare.

Samantha de Grenet racconta come ha vissuto la malattia

I toni sono confidenziali, davanti a Caterina Balivo la showgirl riesce a lasciarsi andare e, nonostante preferisca non scendere nel dettaglio, trattenendo a stento le lacrime, racconta il periodo di sofferenza che ha attraversato:

Per me il 2018 non è stato un anno facilissimo. Solo le persone a me veramente molto vicine sanno cosa ho passato. Non ne ho mai parlato ancora perché credo che per affrontare un certo tipo di argomento si debba essere pronte e forti. E soprattutto bisogna mandare un bel messaggio e non uno di debolezza o di fallimento. È qualcosa che mi ha toccato profondamente. Ora è passato un anno, ho metabolizzato e sono quasi pronta. Quando riuscirò a parlarne, senza piangere e senza impietosire, spero di dare forza e coraggio ad altre donne che hanno passato quello che ho passato io.

La malattia tenuta nascosta per timore delle accuse

Il peggio sembra essere passato. È stata male, si è operata e oggi sta bene, anche se “non è mai tutto finito, ci sono sempre tante cose da fare”, ha spiegato Samantha che alla conduttrice ha ammesso di non aver voluto rendere pubblica la sua sofferenza finora, per paura di essere accusata di sfruttare la malattia per ottenere un clamore mediatico:

Ho lottato per un anno e mezzo, e non ho mai voluto dire questa cosa. Sono stata frenata da quei possibili quattro stupidi che magari potevano dire: ‘Ecco un’altra che parla delle sue cose per un po’ di pubblicità’. L’hanno fatto con tante persone, anche con persone che oggi non ci sono più. Vorrei dire a tutti quelli che parlano di ‘fuffetta’ e criticano, di pensare che dall’altra parte ci sono persone che magari stanno combattendo una battaglia che loro non sanno. Ci sono situazioni che finiscono bene come la mia, e altre che non finiscono bene. Forse la gente prima di parlare dovrebbe collegarsi con il cervello.

Samantha de Grenet amori e carriera

Dopo il suo sfogo, nel corso dell'intervista Caterina Balivo riporta la showgirl ad un po' di leggerezza, ripercorrendo alcune tappe della sua carriera che ricorda con affetto. Dal titolo di Fotomodella dell'anno che vinse ad appena 15 anni, motivo per cui poi le fu revocato, alle passerelle dei più grandi stilisti e delle più grandi modelle. "La più simpatica? Valeria Mazza. La più antipatica? Yasmeen Ghauri. Carla Bruni, che molti ritenevano antipatica, invece era simpatica con me", racconta con il sorriso. A proposito di amore scatta il gioco "Si salvi chi può" e la showgirl inizia ad elencare: "Filippo Inzaghi? Brucia per primo. Ero pazza di lui, è stato un grande innamoramento, durato però pochi mesi. Ero infatuata. Alessandro Benetton lo salvo per primo, poi Leonardo Pieraccioni". Infine sul figlio Brando nato dall'amore con Luca Barbato: "È la gioia più grande della mia vita. Non può essere paragonato a nulla. Non trovo neanche le parole. Il mio vero successo è lui".