Russell Crowe ne Il Gladiatore (2000) e in The Loudest Voice in the Room (foto di Showtime)
in foto: Russell Crowe ne Il Gladiatore (2000) e in The Loudest Voice in the Room (foto di Showtime)

Russell Crowe come non l'avete mai visto: grasso, pelato invecchiato e in giacca e cravatta. L'attore neozelandese ci ha abituato da anni a un fisico un po' "inciccionito" e ben lontano dai fasti de Il Gladiatore, ma nella prima immagine fornita da Showtime per presentare la miniserie The Loudest Voice in the Room appare davvero irriconoscibile. Crowe vi interpreta Roger Ailes, storico capo di Fox News morto nel 2017 e noto anche per essere stato accusato di molestie sessuali. Si tratta forse del primo Big coinvolto in un caso simile cui viene dedicato un biopic dopo l'enorme risonanza mediatica del movimento MeToo.

Russell Crowe a confronto col vero Roger Ailes

Ecco il fotoconfronto con il vero Ailes, personaggio molto noto nella recente storia americana. Oltre a essere stato amministratore delegato di Fox News Channel su scelta di Rupert Murdoch, è stato consulente per i media per diversi presidenti americani del partito repubblicano (Richard Nixon, Ronald Reagan e George H. W. Bush) e per Rudolph Giuliani nella sua prima campagna elettorale per essere eletto sindaco di New York. Nel 2014 venne denunciato per molestie sessuali da una ex dipendente, mentre un'altra lo accusò nel 2016 e Ailes venne costretto a dimettersi da Fox News. È morto a 77 anni in seguito agli effetti di una caduta, aggravati dal fatto che da sempre soffriva di emofilia.

The Loudest Voice in the Room, la trama e il cast

The Loudest Voice in the Room sarà una miniserie di 8 episodi, rilasciata da Showtime nel 2019 (non c'è ancora una data precisa). Basato sull'omonimo romanzo di Gabriel Sherman, racconterà l'ascesa e la caduta di Ailes, concentrandosi sul suo legame con la politica americana e sul lavoro a Fox News. Il cast è grandioso e comprende Naomi Watts (che interpreta Gretchen Carlson, che denunciò Ailes per molestie), Seth MacFarlane, Sienna Miller, Simon McBurney e Annabelle Wallis.