15 Marzo 2014
16:32

Ruggeri silurato da Le Invasioni: “Rammaricato per Daria Bignardi”

Il cantante-conduttore doveva essere ospite de Le Invasioni Barbariche condotta da Daria Bignardi, ma ha annunciato su Twitter di essere stato avvertito dell’annullamento dell’ospitata. Ufficialmente per motivi di ascolti in calo, ma lui crede si tratti di una censura della sua ultima canzone.
A cura di Andrea Parrella

Tre settimane fa a Le Invasioni Barbariche Enrico Ruggeri partecipò ad uno scherzo fatto ad Alessio Boni nel merito della sua declamazione de Il Mare d'Inverno a Sanremo, per l'esibizione di Alessio Boni. Finse di non aver gradito quella traduzione in prosa della canzone, ma lo scherzo fu immediatamente svelato e alla fine di quel piccolo intervento del conduttore di Lucignolo, pronto in queste settimane ad uscire con il suo nuovo lavoro discografico, Daria Bignardi gli garantì che l'avrebbe ospitato nelle settimane successive, per la puntata del 19 marzo, ovvero mercoledì prossimo. Ma proprio nelle ultime ore Ruggeri ha pubblicato un tweet abbastanza piccato e infastidito, nel quale ha specificato la redazione l'abbia contattato per annullare l'ospitata con questa motivazione:

A questo punto, come molti si stanno chiedendo in risposta su Twitter, si aprono diverse strade per motivare il dietrofront della redazione della trasmissione di La7: si tratta di una rinuncia motivata proprio dal calo d'ascolti, oppure il rischio è che il cantautore sia stato davvero bloccato da una censura della sua ultima canzone "L'Onda"? In attesa di un'eventuale risposta da parte della stessa Bignardi o da un portavoce di La7, ecco la canzone in questione.

Enrico Ruggeri contro Le Invasioni Barbariche:
Enrico Ruggeri contro Le Invasioni Barbariche: "Gli ospiti li sceglie La7 e non la Bignardi"
Daria Bignardi:
Daria Bignardi: "Scappai dalla Rai perché censurarono me e Morgan"
Daria Bignardi fa l'autostop ma nessuno si ferma:
Daria Bignardi fa l'autostop ma nessuno si ferma: "Ho una faccia antipatica?"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni