17 Settembre 2014
20:37

Rosario Crocetta: “Montalbano? La Rai ci deve 25 milioni di euro”

Queste le parole del Governatore della Regione Sicilia Rosario Crocetta che ha attaccato la Rai. “Non facciamo i furbi, non accetto contro-partite” ha tuonato. Nel pomeriggio, poi, è arrivato il chiarimento con il produttore di “Montalbano”.
A cura di Fabio Giuffrida

Carlo Degli Esposti, produttore di "Palomar", era stato chiaro: la Regione Sicilia in questi anni non lo ha mai aiutato e la tentazione di lasciare l'isola, tanto amata da Montalbano, cresceva sempre di più, giorno dopo giorno. "Non mi hanno dato un euro per la produzione di Montalbano. Qualche anno fa un ente del turismo promise di pagare gli alberghi. Beh, saldò solo la prima tranche e non mi dissero di non aver pagato la seconda. E' stato l'unico decreto ingiuntivo ricevuto nella mia vita. Basta" aveva dichiarato il produttore che subito dopo aveva sottolineato quanto fosse stato dispiaciuto a lasciare la Sicilia ma, di fatto, "non si poteva continuare così". "Il sindaco di Noto insieme a Fabio Granata, grande amico di Camilleri, mi chiede di non andare, ma in questi anni nessuno ha collaborato" aveva concluso, evidentemente amareggiato per il trattamento ricevuto. Uno sfogo che lo avrebbe portato a spostare il set in Puglia, regione che, invece, potrebbe aiutare, economicamente, la produzione Palomar da lui presieduta. Non si è fatto attendere il commento di Rosario Crocetta, Governatore della Regione Sicilia, il quale ha chiesto di poter parlare con il produttore.

Crocetta fa pace con Carlo Degli Esposti: Montalbano rimarrà in Sicilia?

Stando a quello che riporta l'Ansa, il Commissario Montalbano potrebbe restare in Sicilia: un chiarimento telefonico tra Carlo Degli Esposti e il governatore Rosario Crocetta avrebbe messo in chiaro la situazione, scongiurando il peggio, ovvero che il set potesse spostarsi altrove, mandando all'aria anni di turismo in una parte della Sicilia che ha "sfruttato", giustamente, il nome di Montalbano per attirare turismo, soprattutto in tempi di crisi. Un colloquio che avrebbe spinto i due a fissare un incontro per la prossima settimana nella quale dovrebbe cominciare, di fatto, una "fase nuova", quasi un matrimonio con la regione Sicilia, assente in questi anni, secondo Degli Esposti. Crocetta, terminato il colloquio telefonico con il produttore, ha dichiarato: "Questa vicenda non solo può servire a rilanciare la serie Montalbano ma anche a fare un ragionamento complessivo sul cinema con la Rai". Qualche ora prima, però, lo stesso Crocetta, Governatore della Regione Sicilia, aveva tuonato contro la Rai:

La Rai ci deve dare 25 milioni di euro e fa saltare la fiction Montalbano? Non facciamo i furbi, non accetto contro-partite. E' strano che questa vicenda di Montalbano esploda proprio quando la Rai chiede un incontro alla Regione Sicilia sul contenzioso per la fiction Agrodolce su cui indaga la magistratura. Sono pronto a denunciare tutto in Parlamento e alla Procura.

Questo, infine, il commento di Carlo Degli Esposti che si è detto "possibilista" a rimanere in Sicilia:

Crocetta mi ha assicurato di voler essere al fianco della Palomar per i prossimi Montalbano. Oggi si apre una fase nuova.

Montalbano, la Regione Sicilia rilancia: finanziamento di 200mila euro
Montalbano, la Regione Sicilia rilancia: finanziamento di 200mila euro
Montalbano fa 6 milioni e straccia Squadra Antimafia
Montalbano fa 6 milioni e straccia Squadra Antimafia
Bruno Vespa in Rai prenderà 1,9 milioni di euro l'anno
Bruno Vespa in Rai prenderà 1,9 milioni di euro l'anno
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni