Dopo una lunga attesa, arriva su Rai2 la seconda stagione di Rocco Schiavone, la serie televisiva con protagonista Marco Giallini nei panni del burbero vicequestore romano, e diretta da Giulio Manfredonia. Quattro nuove serate tratte dai racconti di Antonio Mazzini dedicati all'omonimo personaggio, che aprono nuovi scenari e lasciano spazi a risvolti inattesi nella vita del cupo Schiavone. Dopo essere stato reso disponibile in anteprima dal 13 ottobre su RaiPlay, Rocco Schiavone 2 arriva in prima serata su Rai2, che punta a ribadire gli ottimi ascolti della prima stagione, accompagnati da un prodotto di grande qualità, in un certo senso capostipite di un filone che la seconda rete del servizio pubblico ha battuto negli ultimi anni.

Il passato di Schiavone riemerge

Il finale della prima stagione aveva lasciato i telespettatori letteralmente a bocca aperta, dopo aver scoperto che Rocco Schiavone aveva fatto sparire Luigi Baiocchi, l’assassino di sua moglie Marina, scatenando l’ira e la sete di vendetta del fratello dell’uomo, Enzo. Quest’ultimo aveva tolto la vita ad Adele, compagna del migliore amico di Schiavone, riaprendo un capitolo della vita di Schiavone che il vicequestore tentata faticosamente di mettersi alle spalle.

Questa seconda stagione di Rocco Schiavone, parallelamente ai casi cui dovrà fare fronte il vicequestore, darà ancora maggior spazio al passato del protagonista, non solo con i flashback che avevano caratterizzato anche la prima stagione, ma mettendo al centro delle vicende i trascorsi loschi del poliziotto che, prima ancora degli eventi già noti, si scopre fosse un corrotto, cosa che lo aveva portato sull'orlo della separazione con Marina, la donna della sua vita, interpretata da Isabella Ragonese.

Anticipazioni di 7-7-2007, primo episodio di Rocco Schiavone 2

͟In seguito all'omicidio di Adele, Costa e Baldi interrogano Rocco per fare luce sul perché Enzo Baiocchi abbia provato a ucciderlo. Rocco racconta loro la storia che ha rovinato la sua vita. È il 2007, Rocco vive a Roma e Marina è ancora viva. Ma ha scoperto che Rocco arrotonda il suo stipendio con affari illegali. Per questo lo lascia e va via di casa. Nel frattempo, Rocco viene chiamato a indagare sull’omicidio di due ragazzi della borghesia romana, Giovanni e Matteo, che si sono messi nei guai con un pericoloso giro di spacciatori. Con l’aiuto dei suoi amici Furio, Brizio e Sebastiano, risale ai responsabili della morte dei due ragazzi: si tratta di Luigi Baiocchi e Sandro Silvestrelli, due trafficanti di lungo corso. Non gli resta che catturare i due delinquenti in una delicata operazione al porto di Civitavecchia. Schiavone fa centro ma le conseguenze saranno tragiche.