2 Novembre 2017
18:17

Rocchetta chiede risarcimento, Insinna: “Sono stati loro a danneggiarmi, mi hanno scaricato”

Flavio Insinna replica alla richiesta di risarcimento avanzata da Cogedi, società distributrice del marchio Rocchetta. L’azienda ha chiesto un risarcimento di oltre 2 milioni di euro dopo la vicenda dei fuorionda choc resi pubblici da Striscia la notizia.
A cura di Stefania Rocco

Flavio Insinna, tramite il suo profilo Facebook, ha fatto sapere di non avere alcuna intenzione di adempiere alla richiesta di risarcimento avanzata da Cogedi, società distributrice del marchio Rocchetta che ha fatto sapere di aver chiesto un risarcimento di 2 milioni di euro all’ex conduttore di Affari Tuoi. Insinna rilancia e rivela, al contrario, di essere stato danneggiato dalla decisione della società di interrompere gli spot che lo vedevano protagonista:

La richiesta di danni della Co.Ge.Di é infondata. Sono io, piuttosto, ad essere stato danneggiato dal loro comportamento in piena violazione del contratto. Invece che difendermi da quanto stava avvenendo per una campagna sistematica di denigrazione, mi hanno lasciato solo, "scaricandomi" e facendolo apprendere a me e a tutti da un social network. Di questa vicenda, per me già molto dolorosa, si occuperà l'Autorità competente, nonostante questa sia l'ultima cosa che avrei voluto fare. Sarebbe opportuno che gli sviluppi di questa faccenda restassero privati, come ho sempre fatto per le questioni che mi riguardano.

La richiesta di Cogedi

Proprio nelle ultime ore, Cogedi ha reso pubblica l’intenzione di ottenere da Insinna un risarcimento per gli spot sospesi in seguito alla vicenda dei fuorionda choc pubblicati da Striscia la notizia. Secondo quanto riferito da Il messaggero, la richiesta di risarcimento ammonterebbe a 2 milioni e 198mila euro più la restituzione del compenso percepito dall'artista, circa 275mila euro annui.

La sospensione degli spot di Brio Blu Rocchetta

Dopo la messa in onda dei fuorionda di Insinna, Cogedi interruppe immediatamente i rapporti con il noto conduttore. Attraverso una nota, la società rese noti i motivi alla base della decisione di non avvalersi in futuro della collaborazione di Insinna e quelli legati alla decisione di sospendere la messa in onda degli spot ancora in corso:

Noi per primi siamo rimasti stupefatti da quanto trasmesso da Striscia la notizia nelle serate del 23 e 24, in merito a comportamenti assunti dal signor Flavio Insinna nel contesto del programma Affari tuoi e comprendiamo pertanto il suo disappunto. Desideriamo comunque informarla che la trasmissione, in ogni sede, dei nostri spot con il signor Insinna è stata immediatamente sospesa.

I fuorionda di Striscia la notizia

Insinna e Antonio Ricci, con Striscia la notizia, hanno ingaggiato una battaglia durata mesi, cominciata proprio con la messa in onda di alcuni fuorionda che sembravano inchiodare il celebre conduttore. La vicenda è intricata, ma pare che a trasmettere quei filmati alla redazione di Ricci fosse stato proprio uno dei personaggi più vicini a Flavio. Insinna, fino a oggi, si è difeso solo attraverso la sua pagina Facebook e con un intervento televisivo concordato con la trasmissione #Cartabianca.

Rocchetta chiede 2 milioni di euro di danni a Flavio Insinna per i fuorionda choc
Rocchetta chiede 2 milioni di euro di danni a Flavio Insinna per i fuorionda choc
"Shakira ha un figlio segreto di 30 anni con un attore", le accuse e la richiesta di risarcimento
Wanna Marchi:
Wanna Marchi: "Io, distrutta come Flavio Insinna"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni