Il successo de "Il Signore degli anelli" ha consacrato il fantasy come uno dei generi che maggiormente si presta alla trasposizione cinematografica, la saga scritta J.R.R. Tolkien è stato uno dei capisaldi della categoria e non stupisce che Amazon abbia voluto sfruttarne la popolarità per creare un nuovo prodotto televisivo, ed è da qui che nasce l'idea di creare una serie che probabilmente, data la mole di lavoro, vedremo direttamente nel 2021. Ma alcune interessanti novità già circolano attorno a questa nuova produzione del colosso americano.

Come sarà la serie tv

La serie tv Amazon sarà ambientata nella Terra di Mezzo e racconterà le vicende che precedono la formazione de La Compagnia dell'anello, racconti sempre legati alla saga di J.R.R. Tolkien di cui Amazon Studios si è assicurata i diritti per 250 milioni. La serie si costruisce su un'idea di base di 5 stagioni, compreso uno spinoff, il tutto per rientrare dei costi preventivati che si aggirerebbero oltre 1 miliardo, per ora il progetto è ancora in fase di pre-produzione in Nuova Zelanda. Sebbene non siano ancora noti i dettagli inerenti a queste versione seriale de "Il Signore degli anelli", di cui però quasi sicuramente ci sarà una seconda stagione, già confermata, sembra più che certo il fatto che il ruolo del protagonista possa essere affidato all'attore inglese Robert Aramayo.

All'inizio il ruolo era di Will Poulter

Il nome non è nuovo, soprattutto per coloro che hanno seguito con trepidazione la serie televisiva più amata di sempre "Game of Thrones"- che rientra sempre nel genere del fantasy- infatti Robert Aramayo è stato uno dei protagonisti della sesta e della settima stagione della saga de Il trono di Spade, ricoprendo il ruolo di un giovanissimo Ned Stark. A breve sarà possibile vederlo anche nella nuova serie, in uscita su Netflix, Behind the Eyes. In realtà, l'idea iniziale era quella di affidare il personaggio principale, l'eroe Beldor, all'attore Will Poulter noto per aver preso parte ad alcuni film di successo come "Le cronache di Narnia", la commedia "Come ti spacco la famiglia", ha recitato anche nel film che ha valso l'Oscar a Leonardo Di Caprio, ovvero Revenant. In seguito allo slittamento delle riprese e alle continue modifiche di un progetto che, in effetti, non prevede neanche un episodio zero, Poulter non ha potuto accettare il ruolo perché già impegnato in un altro progetto. Prima del 2021, però, non potremo vedere come sarà questa trasposizione televisiva di uno dei grandi colossal del cinema.