18 Settembre 2011
08:18

Riccardo Iacona torna con le nuove inchieste di Presadiretta

Tornano su Raitre le inchieste di Riccardo Iacona: 5 nuovi appuntamenti con Presa diretta che va subito al centro del problema economico con “Senza soldi” nella prima puntata. Gioventù sfruttata e il mondo dell’informazione tra i temi trattati in questa edizione.
A cura di laura tortora

Da questa sera Riccardo Iacona ritorna a raccontare il nostro Paese e i problemi che lo attanagliano attraverso le inchieste e i reportage di Presadiretta con 5 nuove puntate fino al 16 ottobre, ma nel palinsesto di febbraio della rete sono già previsti altri 11 appuntamenti con il giornalista e la sua squadra.

Presadiretta entra subito nel vivo dell'attualità e della crisi economica con la prima puntata "Senza soldi" dedicata alla manovra finanziaria del governo, chiedendosi se davvero riuscirà a tenere lontano il Paese dalle speculazioni, se davvero sarà efficace la caccia all'evasore o saranno sempre i soliti a pagare per tutti.

Tanti interrogativi a cui dare risposte ma anche le storie vere di chi è vittima dell'Equitalia, dei lavoratori che hanno perso il lavoro in Sardegna in seguito alla chiusura delle industrie e, dall'altra parte, gli imprenditori  del settore della concia delle pelli che nel Nord Est, ad Arzignano vicino a Vicenza, da anni evadono tasse e contributi.

La crisi economica è protagonista anche del secondo appuntamento del 25 settembre, “Popolo”, in particolare quello napoletano. Riccardo Iacona e Gaetano di Vaio  da Napoli mettono in luce gli aspetti più drammatici della miseria, raccontando la condizione di migliaia di famiglie che possono fare affidamento solo sulle poche entrate del lavoro nero, non potendo più contare sul welfare che sta sparendo.

Dalla città partenopea Presadiretta si sposterà in Germania per mostrare i risultati che stanno ottenendo i piani di programmazione del governo per risollevare le aree interne.

Inchieste sul mondo del lavoro e dell'informazione

Per il terzo appuntamento Iacona e la sua squadra ci condurrà nei meandri delle decine e decine di contratti di lavoro esistenti, ma anche tra gli stage che nella maggior parte dei casi si trasformano in sfruttamento e lavoro non retribuito per i giovani in cerca di occupazione, ma anche le insidie della partita Iva. Dall'Italia si vola in Spagna, a Barcellona, dove Riccardo Iacona incontrerà una nutrita comunità di giovani italiani che sono scappati dal nostro Paese per cercare – e trovare – opportunità professionali.

L'inchiesta di "Gioventù sfruttata" che racconta le difficoltà di una generazione che vuole ma non può pianificare il futuro, avendone perso ogni diritto sarà presentata in anteprima al Prix d'Italia a Torino, concorso internazionale per programmi radio, tv e web

Lisa Iotti e Raffaella Pusceddu presenteranno un'inchiesta su ciò che mangiamo in “Terra e cibo” (domenica 9 ottobre), mostrando i problemi che indeboliscono l'agricoltura in Italia e la dittatura dei prezzi a cui gli agricoltori italiani devono sottostare. Ricordando che l'uomo è ciò che mangia,si traduce in danni per la salute  l'arrivo sulle tavole italiane di  cibi a basso costo, frutto dell'importazione da parte delle industrie e degli imprenditori di materie prime scadenti.

Infine chiuderà il 16 ottobre questo ciclo autunnale di Presadiretta “La macchina del fango" in cui Alessandro Sortino descrive il mondo dell'informazione e i meccanismi che hanno fatto dei media, ma soprattutto dei giornali e della carta stampata, un'arma sfoderata in prima linea per combattere e demonizzare l'avversario.

Ylenia Iacono propose a Maria Teresa Francville d’incastrare Giuliani
Ylenia Iacono propose a Maria Teresa Francville d’incastrare Giuliani
Stasera in tv Il segreto dell'acqua vs l'ultima puntata di Dov'è mia figlia
Stasera in tv Il segreto dell'acqua vs l'ultima puntata di Dov'è mia figlia
Riccardo Scamarcio torna in tv con Il segreto dell’acqua
Riccardo Scamarcio torna in tv con Il segreto dell’acqua
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni