Silvia Toffanin ospita a Verissimo Renato Zero che il 30 settembre compirà 70 anni. Un traguardo importante che Mediaset celebra con uno speciale in prima serata, in onda martedì 29 settembre, dedicato a “Zerosettanta”, un’opera divisa in tre album inediti. Per il suo compleanno, Renato confessa di avere propositi molto chiari che non prevedono celebrazioni in grande stile: “Fuggirò per una destinazione ignota. Il compleanno per me è tutti i giorni. Ogni volta che apro gli occhi. Mi festeggio con una buona colazione, una passeggiata e facendo una visita agli amici”. Nessun bilancio, su quelli, racconta, indugia al termine di ogni giornata: “I bilanci non devono essere tardivi, se no le cose si accumulano. Bisogna avere il coraggio di guardarsi dentro, per questo io faccio un bilancio tutte le sere, rifletto e mi rammento di contattare qualcuno che ha bisogno del mio aiuto”.

L’amore per la musica e quello per il figlio Roberto

Parlerà di amore Renato, quello per la musica che da sempre lo accompagna, e per il figlio Roberto adottato a 53 anni. È single, specifica, solo mai: “La vita va condivisa perché ha tutto un altro sapore che in solitudine ma, anche se sono single, non sono solo, perché sono abitato da tutti”. A chi gli rimproverava di valere zero ha già risposto, con i successi collezionati durante la carriera: “Li ho fregati tutti. Oggi sono soddisfatto. Ho ricevuto tante porte in faccia, tante offese, il lavoro è stato duro, però c’è anche stato e c’è tanto amore dietro e davanti alle mie spalle”. L’affetto del pubblico resta una costante di fronte alla quale, talvolta, rivela di sentirsi inadeguato: “Mi commuovo. A volte mi sento inadeguato rispetto a tutto l’affetto che mi riserva il pubblico. In fondo volevo solo esistere”.

Zero il folle, lo speciale di Canale5

Al 70esimo compleanno di Renato Zero, Canale 5 dedicherà lo speciale “Zero il folle”, in onda in prima serata martedì 29 settembre. Un evento dedicato alla musica di questo straordinario artista, il racconto in musica di una vita vissuta sul palco, costruito con le immagini di un concerto tenuto a Milano prima della pandemia.