Nuovi movimenti in Rai che cambiano in maniera significativa l'assetto della tv pubblica. In quella che è ormai conosciuta come la "riforma Salini", volta a valorizzare le risorse interne dell'azienda e a muoversi sul piano delle nuove produzioni risparmiando ove possibile, rientrerebbero anche alcuni canali accessori della Rai, ma finora decisamente importanti, come Rai Sport e Rai Storia. Questa l'ipotesi avanzata dall'amministratore delegato Fabrizio Salini che, come riportato su Il Fatto Quotidiano, starebbe valutando nuove possibilità di organizzazione del palinsesto Rai, nella quale rientrerebbero anche la cancellazione di alcuni programmi, come spiegato nella proposta avanzata al CdA dell'azienda.

La proposta di Fabrizio Salini

Una notizia davvero inaspettata, che rientra in un progetto di spending review considerato necessario, ma che andrebbe a tagliare dei reparti dell'azienda televisiva nazionale che, finora, non erano mai stati inclusi nella politica dei tagli già annunciati nei mesi scorsi dall'amministratore delegato. Si tratta, infatti, stando a quanto si legge su Il Fatto Quotidiano, di un progetto che include non solo RaiSport, ma anche Rai Storia e il canale istituzionale inglese dell'azienda per il quale, in realtà, già si stava valutando l'ipotesi di una chiusura. Tra le idee, quella di accorpare Rai Storia a Rai5, il canale solitamente dedicato alla cultura e lasciare intatto, invece, Rai Movie.

Il disappunto di Anzaldi e Di Trapani

Le iniziative di Fabrizio Salini non state accettate di buon grado sia da Michele Anzaldi, che ha immediatamente espresso il suo disappunto dinanzi a questa ipotesi, sia da Vittorio Di Trapani, segretario nazionale presso Usigrai. Il deputato di Italia Viva ha infatti dichiarato: "È una violazione del contratto di servizio. Mi chiedo dove sia il risparmio, visto che Raisport è interamente realizzato da personale Rai". A porsi degli interrogativi sul perché di questa scelta e a manifestare il suo disappunto anche Di Trapani che ha così commentato su Facebook: "Leggo di ipotesi di chiusura di #RaiSport.Visto che il Piano industriale della Rai è basato su organizzazione per generi, mi domando:1- lo Sport non è un genere?2- la Rai vuole cancellare un genere come lo sport?3- il Piano industriale è cambiato? Tanta, troppa confusione."