"The Walking Dead 4" è la stagione dei record, con oltre 16,7 milioni di telespettatori in tutto il mondo. Nonostante questo dato sia incontrovertibile, ne sono presenti diversi su cui si può controbattere (della coerenza della trama, ad esempio, se ne parla tutti i giorni tra forum, bar ed uffici). Su uno in particolare, un pignolissimo fan ed utente del trust di settore, Comic Book Movie, è riuscito a mettere in discussione l'intero universo della serie creata da Robert Kirkman e portata in tv da Frank Darabont. La domanda che si è posto è: "Ma gli zombie di The Walking Dead, non dovrebbero già essere tutti finiti?". 

La matematica non è un'opinione. Posto che sono passati due anni dall'apocalisse, sappiamo che il 99% degli americani è rimasto colpito dal virus, trasformandosi in zombie. Trecento milioni di persone, dunque. Il restante 1% corrisponde a circa 3 milioni di persone, più o meno sparse per l'intera nazione che, uccidendo una media di 10 zombie a testa al mese, avrebbero dovuto liberarsi già di tutti gli zombie nel giro di un anno. E fine dell'apocalisse, insomma.

Il calcolo del fan è giusto ed interessante, ma non tiene conto di una terza variabile: è impossibile calcolare quanti umani, inclusi in quell'1%, si è trasformato oppure è deceduto, nel corso dei due anni di contagio. I conti tornano, oppure no?