Marco Predolin è stato ospite della puntata di ‘Domenica Live' trasmessa domenica 8 ottobre. Il conduttore ha parlato della sua esperienza al ‘Grande Fratello Vip‘. Ha chiesto scusa agli omosessuali, a tutte le donne per aver strofinato le parti intime di Carmen Di Pietro e ha fatto un mea culpa per la bestemmia. Inoltre, ha precisato: "Nessuno mi ha buttato fuori da RTL. Voglio dire anche che mi dispiace per Don Mazzi perché non potrò dargli il montepremi che gli avrei dato in caso di vittoria".

Marco Predolin si dice fiero di essere il classico uomo italiano

Eva Grimaldi ha chiesto a Marco Predolin: "Ti dà fastidio vedere due donne che si baciano? Tu sei il classico uomo…". Non ha fatto in tempo a terminare la frase che l'ex gieffino è andato su tutte le furie: "Sono affari loro. Sono il classico uomo e sono fiero di essere il classico uomo, non è un'offesa. Sono il classico uomo italiano, viva l'uomo italiano. Devo essere crocifisso perché uomo? Ho avuto gay che dormivano a casa mia e che hanno lavorato con me. Rispetto ogni forma d'amore, l'ho sempre detto".

Quindi, la frecciatina a Cristiano Malgioglio: "Rappresentare l'amore mettendosi il turbante e sculettando per casa…io rido. Ho criticato Malgioglio perché si mette in vista davanti alle telecamere. Se fossi venuto qua con i pantaloni leopardati mi avreste preso per il cu**. Se ti esponi, devi stare alle critiche". Tuttavia ha deciso di scusarsi: "Non ho nessuna difficoltà a chiedere scusa se ho offeso i gay".

Paolo Brosio assolve Marco Predolin per la bestemmia

"Faccio mea culpa anche sulla bestemmia", con queste parole Marco Predolin si è scusato anche per la bestemmia per la quale è stato squalificato. Paolo Brosio, in collegamento, ha detto la sua su quanto accaduto e ha invitato il conduttore a cercare il perdono di Dio prima di quello degli uomini.

"Gesù non è venuto per giudicare e condannare ma per perdonarci. Può esserci un momento in cui scappa, io per primo di peccati ne ho fatti tanti. Però quando si offende la madre di Cristo bisogna andare a farsi perdonare davanti a Cristo. Se succedesse a me, andrei a chiedere perdono a Dio non agli uomini. Il Signore ti ha già perdonato. Siamo tutti peccatori. La misericordia di Dio è infinita. Però dobbiamo andare a chiedere scusa, il Signore ci aspetta nella sua casa, in Chiesa".

Predolin, allora, ha precisato che non conosceva il significato dell'imprecazione da lui pronunciata: "Paolo so quanto tu ami la Madonna. Non conoscevo il significato della parola ‘mannaggia‘. Quando mi hanno detto l'etimologia sono rimasto colpito e mi è dispiaciuto molto". La sua compagna Laura Fiini – che ha ricevuto minacce di morte per questa vicenda – ha commentato brevemente: "Tutto è esasperato, tutto ciò che è stato mosso dietro lo sappiamo solo noi. Ha messo la sua faccia in un reality e le aggressioni che sono arrivate sul web mi hanno molto ferito".

Le critiche per aver strofinato le parti intime di Carmen Di Pietro

Infine, Marco Predolin ha replicato all'ennesima polemica che lo ha visto protagonista. L'uomo, durante un gioco, ha strofinato le parti intime di Carmen Di Pietro, gesto che è apparso di pessimo gusto. Giuseppe Iannoni, ex compagno della showgirl, ha commentato:

"Non difendo Carmen perché sapete che è in grado di difendersi da sola. La percezione è quella di una caduta di stile, un gesto sgradevole. Dici di essere un uomo all'antica, un uomo come te che ha una lunga carriera alle spalle, certi gesti non deve farli, è un'offesa non solo a Carmen ma alla donna in generale".

Marco Predolin si è scusato anche per questo: "Da marito ti capisco e ti chiedo scusa, ma aveva quattro paia di mutande. Chiedo scusa al marito e alle donne. Mi fa sorridere però che non è successo niente quando Gianluca Impastato si è messo una cosa finta nelle mutande e le donne lo massaggiavano. Comunque sì, alla mia compagna ha dato fastidio".