La storia di Gina Lollobrigida e Javier Rigau è ormai tornata in auge, e del misterioso matrimonio dell'attrice, avvenuto per procura a Barcellona nel 2010, emergono sempre nuovi dettagli. Ecco che nel corso della puntata di Live-Non è la D'Urso di domenica 17 maggio, spunta un particolare piuttosto interessante. A parlare, adesso, non è solo Francisco Javier Rigau, ma anche Pilar, la donna che in quel giorno di dieci anni fa, lui sposò al posto di Gina Lollobrigida.

Le parole di Pilar, la donna che ha sposato Rigau

Dopo che il caso "Lollobrigida-Rigau" è stato affrontato nella nuova stagione di Un giorno in pretura, il programma di Rai3 condotto da Roberta Petrelluzzi, ecco che sembrano emergere nuovi particolari. Nonostante il processo a cui fu sottoposto Francisco Javier Rigau, accusato di frode dall'attrice romana, si è concluso nel 2017 con l'assoluzione dell'imputato, l'imprenditore non si è tirato indietro nel far valere le sue ragioni anche in televisione. Per la seconda volta, quindi, torna in tv da Barbara D'Urso, dicendo la sua su quanto è accaduto. Accanto a lui, stavolta, c'è anche Pilar, la donna che dieci anni fa, in una chiesa di Barcellona, ha sposato al posto di Gina Lollobrigida. Ecco quanto ha dichiarato durante la trasmissione:

Fu proprio Gina a chiedermi di sposare Rigau, è stata lei a organizzare il matrimonio perché era stanca dei giornalisti e decise di organizzare il tutto e infatti lei è stata a mandare i documenti necessari per fare in modo che fossi io a sposare per procura il signor Rigau, si fidava di me, sapeva che non l'avrei detto a nessuno. Ora non so se lei stia ancora bene con la testa, ma noi ci conosciamo da più di trent'anni.

Anche il figlio di Gina Lollobrigida conferma il matrimonio

Sebbene la diva abbia sempre negato di aver acconsentito a questo matrimonio, a confutare la sua tesi è proprio il figlio, Mirko, che ha dichiarato durante il processo come si vede nella trasmissione di Rai3, di aver saputo dalla madre la notizia delle sue future nozze con Franicsco Javier Rigau. Qualche giorno dopo, poi, scoprì che da una delle società intitolate alla madre fu prelevata una ingente somma di denaro, utilizzati per comprare una macchina molto costosa. Questo avvenimento lo aveva insospettito e da quel momento in poi ha preteso che la madre fosse seguita, perché a suo avviso, non pienamente presente a sé stessa.