26.754 CONDIVISIONI
6 Ottobre 2020
07:51

Piero Angela: “Il Covid è mortale, serve l’esercito in strada per il rispetto delle regole”

Il divulgatore espone in modo chiaro la sua posizione sul momento che stiamo vivendo: rispetto delle regole. “Serve l’esercito in strada che chieda il rispetto delle distanze e intimi ai cittadini di indossare la mascherina”. In occasione della presentazione della nuova serie di Superquark + Angela prarla anche dei negazionisti del virus: “Sono vittime della mala informazione. Alcuni sono recuperabili, altri no”.
A cura di Andrea Parrella
26.754 CONDIVISIONI

In tempi di pandemia come quello che stiamo vivendo, affidarsi alla scienza è l'unica soluzione, se necessario obbligando le persone al rispetto delle regole. La pensa così Piero Angela, decano della televisione italiana e tra le personalità più influenti della cultura, che in occasione della presentazione della nuova serie di Superquark +dieci puntate già disponibili su RaiPlay, ha parlato della situazione che stiamo vivendo, senza risparmiarsi sul tema del negazionismo del virus: "Sono vittime della mala informazione – ha detto Angela parlando di chi sostiene posizioni di questo tipo – Alcuni sono recuperabili, altri no. Alle manifestazioni contro le mascherine erano quattro gatti e a lungo andare saranno anche di meno". La soluzione, per l'ideatore dello storico Superquark e pioniere della divulgazione scientifica e culturale in Tv, non prevede mezze misure:

Serve l’esercito in strada che chieda il rispetto delle distanze e intimi ai cittadini di indossare la mascherina. Non bisogna portare la malattia in giro.

"Chi non mette la mascherina è come un untore – ha proseguito Piero Angela parlando del virus e dei rischi che esso comporta – Bisogna proteggersi da questa cosa, penso non ci sia abbastanza pressione sul pubblico perché vengano rispettate le regole in attesa. Quando c’è un virus che arriva da chissà dove e contro cui non abbiamo le difese è un problema. La mascherina e il distanziamento sociale sono molto utili in attesa di un vaccino". Rispetto delle regole e controlli, la ricetta per affrontare questa fase di transizione che dovrebbe traghettarci, si spera, verso un vaccino, passa attraverso questi principi, che devono però essere osservati in modo inderogabile:

Non possiamo certo mettere in galera chi non si mette la mascherina ma è importante fare in modo che le regole vengano rispettate. È un virus mortale, non si può solo dire alla gente: per piacere mettetevi la mascherina.

26.754 CONDIVISIONI
Vasco Rossi su Covid-19 e mascherine: "Libertà ma nel rispetto del prossimo e delle regole"
Vasco Rossi su Covid-19 e mascherine: "Libertà ma nel rispetto del prossimo e delle regole"
Piero Angela: "Mia moglie mi ha aiutato, è più di metà del mio successo. Non le ho mai detto ti amo"
Piero Angela: "Mia moglie mi ha aiutato, è più di metà del mio successo. Non le ho mai detto ti amo"
Piero Chiambretti: "Vip privilegiati con il Covid? Io ho perso mia madre in 4 giorni"
Piero Chiambretti: "Vip privilegiati con il Covid? Io ho perso mia madre in 4 giorni"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni