"Stasera su ItaliaUno ricè Il Ciclone". Leonardo Pieraccioni su Facebook ringrazia i tanti fan che gli hanno scritto in privato segnalandogli la programmazione di Italia 1 prevista per la serata del 14 aprile 2020. Pubblica una foto, un po' sgranata a dire il vero, realizzata con i suoi amici e colleghi per i 20 anni del film e poi un messaggio in cui spiega la dedica che apre il film: "A Gino e Edoardo". Erano i suoi nonni che "da lassù" gli diedero "una grossa mano".

Il messaggio di Leonardo Pieraccioni

Leonardo Pieraccioni racconta di come scrisse il film insieme a Giovanni Veronesi"Di getto fino alla scena delle ballerine che ripartono dal casolare e poi ci bloccammo". Non avevano fatto una vera e propria scaletta, ma lo avevano scritto senza sapere di preciso come finirlo:

Sono davvero felice del vostro entusiasmo per quel film fortunato. Con Giovanni Veronesi lo scrivemmo di getto fino alla scena delle ballerine che ripartono dal casolare, poi ci bloccammo! Si perchè non avevamo fatto una scaletta vera e propria e iniziammo a scriverlo senza sapere di preciso come finirlo: du’ incoscienti! Quando lo vidi per la prima volta tutto montato mi sembró parecchio bellino ma non avrei mai creduto che poi sarebbe piaciuto così tanto negli anni. La “colpa” è stata dei miei colleghi attori, tutti davvero fortissimi, e di quella dedica iniziale a “Gino e Edoardo”: erano i miei nonni e da lassù mi dettero una grossa mano.

Il Ciclone incassò 75 miliardi di lire

"Il Ciclone" è stato un film che ha segnato un'epoca e che fu un record nella stagione cinematografica 1996/1997 incassando oltre 75 miliardi di lire. Una grande pellicola che ha fatto la storia della commedia italiana e regalando la consacrazione al grande pubblico di Leonardo Pieraccioni.