"Piccoli problemi di cuore" tornerà in tv, a partire dal prossimo 15 luglio saranno protagnonisti del contenitore mattutino "Latte e Cartoni" su Italia 1, che alle 8.10 ogni mattina ripropone vecchie glorie del mondo dei cartoon. È stato uno dei cartoni più amati degli anni ’90, che rappresenta un piacevole amarcord per gli appassionati, che accolgono il suo ritorno in un mix di gioia e nostalgia. Tratto da Marmalade Boy, il manga cult di Wataru Yoshizumi pubblicato nei primi anni ’90 in Giappone, fu trasformato in un cartone animato e da noi, in Italia, arrivò solo nel 1997, con una versione censurata rispetto a quella originale.

La trama originale

Miki Koishikawa è una ragazza che frequenta il secondo anno di scuola superiore. Ha una vita normale finché un giorno i suoi genitori le comunicano che intendono divorziare. Il motivo di questa scelta sta nel fatto che desiderano scambiarsi i partner con una coppia incontrata alle Hawaii. Durante una cena, Miki incontra l'altra coppia che ha un figlio Yū Matsuura, chiamato poi Yuri. Inizialmente Miki non sopporta questi cambiamenti, non tollera il fatto Yū stia continuamente a prenderla in giro. Tra uno scherzo e un battibecco, i due finiscono per innamorarsi. I due dovranno combattere, però, con il passato di entrambi: con Ginta Suō, compagno di classe di Miki con cui lei condivide la passione per il tennis, e l'ex fidanzata di Yū, Arimi Suzuki. Durante la serie la storia d'amore di questi giovani ragazzi viene ulteriormente sviluppata e messo alla prova, influenzata dai rapporti che entrambi hanno con coloro che li circondano.

La censura negli episodi italiani

In Italia la serie è stata modificata e tuttora alcuni episodi risultano inediti. All’epoca della prima messa in onda, infatti, si attuò una pesante censura per edulcorare l’anime e fare in modo che anche i più piccoli potessero appassionarsi alla storia. Vennero perciò eliminati tutti i riferimenti allo scambio di coppia e ad una parte del racconto che allude ad un possibile incesto che interessa proprio Yuri. Il ragazzo sa che l'uomo con cui ha sempre vissuto non è il suo vero padre, perciò decide di mettersi in cerca di suo padre biologico; per una serie di equivoci inizia a pensare che si tratti proprio del padre di Miki, questa possibilità remota renderebbe i due innamorati fratelli.

La sigla cantanta da Cristina D'Avena

Non poteva non essere menzionato il grande successo, come per la maggior parte dei cartoni giapponesi arrivati in Italia, della sigla scritta da Alessandra Valeri Manera e Franco Fasano e cantata dall'insostituibile Cristina D'Avena. Il brano si trova in diversi album della cantante, tra cui il suo "Greatest Hits" ufficiale. Di recente, poi, ne è stata fatta una nuova versione che ha visto la nota cantante affiancata da altri artisti che hanno duettato con lei nei suoi più grandi successi. Per quanto riguarda "Piccoli problemi di cuore" la voce ad accompagnarla quella di Ermal Meta.