Da venerdì 11 settembre, Sky Atlantic prova a rinverdire il mito di Perry Mason con la messa in onda della serie HBO. Originariamente concepita come una miniserie da otto episodi, dopo il grande successo HBO ha deciso di rinnovarla per una seconda stagione. Sarà un Perry Mason molto diverso da quello della celebre serie televisiva degli anni '50 e gli anni '60. L'avvocato sarà ancor più giovane e ancora in "formazione" e lo ritroveremo quasi nelle vesti di un investigatore privato. Matthew Rhys ("The Americans") sarà il volto dell'avvocato che in questa serie risorge con un aspetto completamente distante da quello rasserenante di Raymond Burr, che ha impersonato il ruolo per 271 episodi.

La trama di Perry Mason

Siamo nella Los Angeles degli anni '30, quando un efferato delitto scuote la città e l’opinione pubblica. Convocato da un amico di famiglia, un tempo avvocato di successo, Perry Mason indaga sull’accaduto. Una sua cliente, Emily Dodson, è accusata del rapimento e della morte del suo piccolo figlio Charlie.

Il cast di Perry Mason

Matthew Rhys è l'avvocato Perry Mason. Il cast della prima stagione di Perry Mason si completa con Juliey Rylance, che é Della Street, segretaria e socia di E.B., Chris Chalk è Paul Drake, un poliziotto nero coinvolto nel caso. Tatiana Maslany è Sister Alice McKeegan, una predicatrice punto di riferimento di una congregazione influente e piena di segreti all'interno della comunità. E.B. Jonathan è John Lithgow e Emily Dodson è Gayle Rankin.

Il successo negli Stati Uniti

La serie, prodotta da Robert Downey Jr, è stata trasmessa negli Stati Uniti a partire dal 21 giugno 2020. Un mix sapiente di crime, legal e noir che ha conquistato anche i piani alti della HBO, che ha ordinato una seconda stagione che non era prevista nel progetto originale.