È stato il quarto giudice nella terza puntata di "Tale e Quale Show", è stato tra gli ospiti del talk della notte "Ettore un caffè con", ieri era a "Vieni da me" e per il futuro, sarà tra i concorrenti della prossima edizione di "Pechino Express". Tutto lascia presagire che non saranno queste le uniche apparizioni di Max Giusti in Rai nella stagione in corso. Secondo le indiscrezioni raccolte dai colleghi di TvBlog, dovrebbe essere proprio il comico Giusti a ereditare la conduzione di "Boss in incognito", format che tornerebbe dopo un anno e mezzo in soffitta.

Rai2 avrebbe deciso di puntare su Max Giusti per rinfrescare un format che sembrava cucito addosso a Costantino Della Gherardesca e che dopo due stagioni perse già di smalto, complice anche uno schizofrenico e mal comunicato passaggio di testimone da Flavio Insinna a Nicola Savino fino a quella più deludente sul piano dei risultati, condotta da Gabriele Corsi (alzi la mano chi se la ricorda). La prossima stagione di "Boss in Incognito" sarà la sesta. Ancora una volta il proprietario di una azienda/società si mischierà tra i suoi dipendenti rigorosamente in incognito, per capire problematiche e condizioni di lavoro. Negli anni precedenti, il format è stato in grado di emozionare il pubblico e di convergere tantissimo sui social network. Per Max Giusti è quindi un'occasione d'oro.

L'attore romano manca dal servizio pubblico dal 2016, quando sull'onda di una storica partecipazione a "Tale e Quale Show" come concorrente, fu tra i protagonisti del ritorno  del "DopoFestival" a otto anni di distanza dall'ultima edizione televisiva, con Nicola Savino e la Gialappa's Band. Nel mezzo, tanta sperimentazione e nuova gavetta, se così si può dire, sul Nove con i quoiz "Boom" e "Chi ti conosce?" e un programma di prima serata sul mondo del food, "C'è posto per 30". La stagione in corso risulterà fondamentale per il futuro di Giusti in Rai, dato che l'azienda valuterà il suo impatto anche per nuovi progetti per la stagione che verrà. Per lui, una seconda chance da non sprecare.